Rovio: "La pirateria può essere utile"

Parola dei creatori di Angry Birds.

In un periodo in cui tutte le principali società che compongono l'industry videoludica cercano sempre nuovi modi per combattere il fenomeno della pirateria, affermazioni come quelle fatte da Mikael Hed, CEO di Rovio Mobile, non possono che stupire.

"La pirateria non è necessariamente una brutta cosa: permette di ampliare il business potenziale di una qualsiasi società".

"Non avere alcun tipo di problema per ciò che concerne la pirateria, è inutile se poi non si è sufficientemente conosciuti", ha poi continuato Hed. "Se perdiamo la nostra fanbase abbiamo finito di lavorare, ma se al contrario riusciamo a farla crescere, anche se questo vuol dire far crescere anche il numero di persone che approfitteranno di copie pirata, ne guadagneremo comunque".

E c'è ancora chi dice che vedere il bicchiere mezzo pieno è impossibile...

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Davide Persiani

Davide Persiani

Redattore

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza