Le news della settimana - articolo

Le anticipazioni dell'E3, i nuovi Halo e Deus Ex per smartphone e molto altro...

Siete pronti per l'E3 2013? Manca ormai davvero pochissimo all'inizio della fiera di Los Angeles, che comincerà a bombardarci di notizie già dal prossimo lunedì con gli eventi pre-conferenza (non dimenticate di seguire tutti gli aggiornamenti qui su Eurogamer!). Nel frattempo, i produttori di videogame fanno di tutto per rubare la scena a colpi di anticipazioni e teaser. Che dire, ad esempio, del rumor circolato recentemente riguardo la line-up "impossibile" di titoli Xbox One per l'E3? Personalmente sono pronto a scommettere che non vedremo neanche un terzo degli annunci riportati da questa indiscrezione, ma sarei pronto a vendere l'anima per un sequel di Killer Instinct...

La risposta di Sony non si è fatta comunque attendere, con la promessa di addirittura 40 titoli PlayStation in mostra alla fiera. Inizialmente, alcuni ottimisti avevano pensato che tra questi potesse esserci anche l'ormai desaparecido The Last Guardian, vera e propria chimera di questa generazione videoludica, ma purtroppo la notizia è stata smentita, almeno parzialmente, gelando di nuovo il sangue nelle vene di tutti i fan del team Ico. Che dire? Speriamo veramente di poterlo un giorno vedere nei negozi.

"I publisher stanno cominciando a considerare in modo più serio smartphone e tablet"

1
Il nuovo Halo uscirà su... tablet e smartphone! Se ve l'avessero detto 3 anni fa, ci avreste creduto?

Tra la pioggia di giochi che verranno annunciati nei prossimi giorni, qualcosa comunque è già trapelato, come ad esempio il nuovo Halo, che raggiungerà addirittura tablet, smartphone e PC Windows 8 sotto forma di sparatutto con visuale dall'alto: un segno che i tempi stanno cambiando in fretta, e il mercato con loro. Stessa sorte toccherà anche ad un'altra serie storica dei videogiochi "tradizionali", dal momento che anche il nuovo capitolo di Deus Ex è previsto per dispositivi mobile. In sostanza, i publisher stanno cominciando a considerare in modo più serio smartphone e tablet... e non dubitiamo che in futuro vedremo sempre più iniziative del genere.

Ma non potevano mancare, anche questa settimana, gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda Xbox One, che ha sollevato un vero e proprio polverone negli ultimi giorni. Ebbene, i vertici Microsoft hanno tentato di fare chiarezza a riguardo (senza troppo successo, a mio giudizio), confermando ad esempio che la nuova Xbox dovrà connettersi a Internet almeno una volta ogni 24 ore per funzionare, e rivelando maggiori dettagli sulla politica riguardante i giochi di seconda mano, oltre a dirci finalmente che, a dispetto delle interpretazioni circolate inizialmente, Kinect potrà essere spento quando la macchina è in standby, e non resterà sempre necessariamente ad ascoltarci come un orecchio indiscreto. Una buona notizia, specialmente se si considera che proprio in questi giorni il governo USA è stato colto in castagna a "spiare" i suoi cittadini e raccogliere dati personali tramite accordi segreti con i giganti delle telecomunicazioni. No, grazie.

Le notizie in casa Microsoft però non finiscono qui: secondo alcune indiscrezioni assolutamente non confermate, per Xbox One si starebbe infatti pensando in qualche modo ad una partnership con Sky, che potrebbe prevedere addirittura contratti di abbonamento con hardware "in comodato d'uso" come avviene per i normali decoder. Sarebbe una strategia completamente innovativa per il mercato console, ma la notizia non sembra poi così tanto peregrina, visto il fortissimo interesse che Microsoft ha dimostrato ultimamente per il mercato televisivo e del multimedia in generale.

"Per Xbox One si starebbe pensando ad una partnership con Sky, che potrebbe prevedere addirittura contratti di abbonamento"

3
Vi ricordate i tempi del mitico Soul Reaver? Chissà che la serie di Kain non sia in procinto di ritornare...

Per quanto riguarda Nintendo, tutti attendono con grande ansia l'appuntamento con Nintendo Direct che si terrà in concomitanza con l'E3, in cui dovremmo finalmente vedere i "pezzi grossi" in arrivo per Wii U, mentre un rumor abbastanza interessante suggerisce che GameStop sarebbe pronto ad abbandonare la vendita della versione "basic" della console Nintendo, cosa che ha fatto pensare ad un ritiro dal mercato in favore della permanenza del solo modello "premium". La notizia è stata in seguito smentita dalla stessa Nintendo, che ha dichiarato di stare effettuando solo un "ribilanciamento", ma è chiaro che qualcosa bolle in pentola. Si tratta forse del taglio di prezzo che tutti ormai pronosticano, e che replicherebbe quanto già avvenuto con il 3DS? Tra poco sapremo la verità.

Parlando ancora di giochi, questa settimana abbiamo visto l'annuncio della versione HD del primo Fable per Xbox 360 (a mio giudizio rimane il più riuscito della serie) e della data d'uscita ufficiale di Dark Souls 2, che consiglio col cuore in mano di giocare a tutti gli "hardcore gamer" su questo pianeta. Un altro grande ritorno, anche se al momento in forma alquanto misteriosa, potrebbe essere quello di Legacy of Kain, una serie che così tanto ha furoreggiato in era PS1, mentre poco furore fa la notizia che PES 2014 salterà a piè pari next-gen, Wii U, 3DS e PS Vita, uscendo praticamente su meno della metà degli hardware in circolazione a fine anno. Il tempo dei multipiattaforma a pioggia spalmati su tutte le console sta giungendo al termine?

Un fenomeno che sta tramontando senza dubbio è, invece, quello di Zynga: la casa dei miracoli, autrice di una salita a razzo in borsa ai tempi d'oro di Farmville, a quanto pare è ora al centro di un crollo altrettanto repentino: avrebbe infatti licenziato buona parte della sua forza lavoro, dopo mesi di grosse turbolenze. Come diciamo spesso, i mercati nuovi e "casual" sono tanto grandi quanto volubili... i produttori faranno bene a non dimenticarsi mai di noi gamer puri. Certo, almeno Zynga non ha dovuto seppellire milioni di cartucce invendute nel deserto del New Mexico, come si vocifera abbia dovuto fare Atari con le copie di E.T., considerato "il videogioco più brutto della storia" e iniziatore della terribile crisi dei videogiochi del 1984, che quasi rischiò di spazzare via il nostro passatempo preferito. Leggenda o verità? Finalmente potremo scoprirlo, perché un team di filmmaker ha deciso addirittura di girare un documentario sulla vicenda, alla ricerca delle misteriose cartucce perdute!

"La scorsa settimana è uscito The Last of Us, probabilmente ultimo capolavoro di questa generazione"

4
Il mistero di The Last Guardian si infittisce. Lo vedremo all'E3 oppure no? Non ci è dato sapere nemmeno questo...

Ma è in arrivo anche un altro lungometraggio dedicato ai videogiochi, uno di cui si vocifera ormai da anni senza che le voci diventino mai realtà. Stiamo parlando del film di World of Warcraft, che di nuovo sembra pronto ad avviare le riprese. Considerando il calo sempre più rapido di account per il massive Blizzard, verrebbe da dire "ora o mai più".

Chiudiamo con una menzione obbligatoria: la scorsa settimana The Last of Us, probabilmente ultimo capolavoro di questa generazione ormai stanca, ha lasciato la critica specializzata a bocca aperta ricevendo lodi praticamente unanimi da tutto il settore. La nostra recensione, per chi se la fosse persa, è qui.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Luca Signorini

Luca Signorini

Redattore

Luca gioca e scrive da quando ha scoperto le meraviglie del pollice opponibile. È giornalista ma soprattutto appassionato; non gli toccate Metroid, Stallone, i Black Sabbath e la carbonara e sarete suoi amici per sempre.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Control si mostra in uno spettacolare trailer di lancio

Pronti ad entrare in un mondo misterioso ed ostile?

ArticoloControl - prova

Remedy stupisce con un potenziale gioiello.

Death Stranding non compare più come esclusiva PS4 sul sito ufficiale di Sony

L'attesissimo gioco di Kojima arriverà su altre piattaforme?

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza