Naughty Dog risponde alle dichiarazioni di Warren Spector sui limiti di Uncharted

Meyer definisce le parole di Spector poco lungimiranti.

1

Pochi giorni fa vi avevamo riportate le ultime dichiarazioni di Warren Spector, sviluppatore pluripremiato per i propri lavori (creatore tra le altre cose della serie di Deus Ex), sui limiti di titoli come Uncharted, The Walking Dead e Heavy Rain.

Spector non ha definito questi titoli come dei brutti giochi ma come delle produzioni che non esprimono a pieno la natura del medium videogioco e che non permettono al giocatore di creare la propria storia ma solamente di collaborare allo storytelling imposto dallo sviluppatore.

Una delle frasi più dure di Spector è stata la seguente: "Se il vostro obiettivo è quello di creare semplicemente uno show per mostrare quanto siete svegli, andatevene dal mio medium! Andate a fare un film perché questo è ciò che dovreste fare.

Arne Meyer, community strategist di Naughty Dog ha deciso di rispondere alle dichiarazioni del creatore di Deus Ex sottolineando che ha apprezzato il feedback ma che allo stesso tempo lo considera non molto lungimirante.

"In questo momento nell'industria abbiamo la fantastica opportunità di creare giochi molto diversi", spiega Meyer. "Dai blockbuster tripla A fino ai progetti indie, con la possibilità di creare elementi adatti a ogni stile di gameplay e a ogni desiderio dei giocatori."

Una risposta sicuramente condivisibile quella di Meyer, che ne pensate?

Fonte: Gameranx

Vai ai commenti (92)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Assassin's Creed Valhalla avrà un sistema di progressione diverso per evitare il grinding selvaggio

Il creative director, Ashraf Ismail, promette una piccola rivoluzione.

The Last of Us: Parte II risplende nel fantastico approfondimento e video gameplay targato State of Play

Tra stealth, azione brutale e sopravvivenza. Un assaggio di un possibile capolavoro.

Ghost of Tsushima si ispira al primo splendido Red Dead Redemption

Sucker Punch ammette di aver preso spunto anche da Zelda: Breath of The Wild.

Commenti (92)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza