Fin dall'annuncio di Crackdown 3, la modalità multigiocatore Wrecking Zone è stata al centro di alcune polemiche riguardo la scelta di limitare i giocatori a 2 squadre da 5 elementi, infatti secondo alcuni si tratterebbe di un trucco per far fronte ad alcuni limiti tecnici.

Come riporta WCCFTECH, il Senior Creative Director di Microsoft ha difeso tale scelta, assicurando che si tratta di una scelta precisa degli sviluppatori:

"La decisione è stata dettata dal design e non da limiti tecnici. La formazione 5vs5 ci ha dato un buon bilanciamento, specialmente in termini di grandezza della mappa e del caos degli scontri. Crackdown 3 è un titolo molto veloce, tu sei super agile e ti ritrovi in un mondo che esplode intorno a te. Essere circondato da altri 50 giocatori non ti consente di diventare più forte."

crackdown_3

Qualche tempo fa però, l'Head of Production di Microsoft Global Publishing Jorg Neumann ha parlato di alcuni limiti, precisamente per quanto riguarda la memoria.

Crackdown 3 sarà disponibile su PC ed Xbox One a partire dal 15 febbraio.

Cosa ne pensate? State aspettando Crackdown 3?

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Xbox Studio annuncia "nuove tecnologie Microsoft" in arrivo nel 2019

Succose novità hardware nell'orizzonte di Xbox per quest'anno.

Il single player di Crackdown 3 si mostra in un video gameplay

Con il commento di Joseph Staten, creative director di Microsoft Studios.

Nessuna modalità battle royale su larga scala per Crackdown 3

Gli sviluppatori spiegano perché la popolare modalità non farà parte del gioco.

Crackdown 3 e lo sviluppo così lungo? Colpa del cloud

Scopriamo a cosa sono dovuti i continui ritardi.