Come riporta Eurogamer.net, una nuova patch creata da un fan di Dragon Age: Origins mira a risolvere ben 790 bug della versione PC del gioco di ruolo. Questa non è in realtà la cosa migliore di questa mod fan made, perché, incredibilmente, ripristina anche un mucchio di contenuti finora nascosti che erano stati tagliati dalla versione originale.

L'Ultimate Fix Pack DAO di Qwinn (grazie, PC Gamer) è attualmente disponibile su Nexus Mods e ha assunto il non invidiabile compito di affrontare la miriade di problemi che affliggono Origins. Mentre il pacchetto è stato lanciato per la prima volta nel giugno 2017, continua ad essere aggiornato regolarmente e il modder della community ha permesso ai giocatori di mettere mano su materiale originale che, per ragioni sconosciute - o forse per "limiti di tempo o budget" - era stato tagliato prima del lancio.

ss_15c511e75db32a0ff967b9b97ac0fb824556b707.1920x1080_1024

Oltre ad affrontare i bug, la mod ripristina dialoghi nascosti, oggetti e scelte nella storia. Detto questo, Qwinn non ha interesse ad affrontare la maldestra meccanica di combattimento, né alcun problema grafico o di texture.

"Nota che il mio intento qui è quello di sistemare il gioco, non di modificarlo a mio piacimento", ha detto Paul Escalona, ​​alias Qwinn. "Io cambio qualcosa solo se credo che il comportamento del gioco non rispecchi la visione originaria degli sviluppatori. In altre parole, cerco di correggere i bug".

Per ulteriori informazioni, inclusi i dettagli completi sull'enorme elenco di contenuti ripristinati, potete visitare la pagina mod su Nexus Mods.

Che ne dite?

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Altri articoli da Matteo Zibbo