Siamo in un periodo storico in cui i videogiochi sono parecchio restii a mettere le mani nella politica come dimostrato recentemente anche da Ubisoft e dalla sua posizione "neutrale" in questo ambito, ma Crackdown 3 sembra andare controtendenza, riporta Eurogamer.net.

Lo studio inglese Sumo Digital ha infatti inserito una food bank, ovvero una mensa per poveri, in una baraccopoli sulla costa della mappa di gioco. Ma come dice il cartello con un asterisco: "restrictions apply", ovvero si applicano restrizioni.

Si tratta in tutto e per tutto di un riferimento al primo ministro Theresa May, una particolare critica nei confronti di una personalitÓ che Ŕ associata ad una particolare imposizione di austeritÓ nel Regno Unito. Nel paese le mense per poveri sono aumentate in seguito alla crisi economica e il riferimento vuole indicare come anche in un lontano futuro la popolazione potrebbe avere bisogno di questo istituto a causa delle politiche del governo.

Un rifermento politico dovuto? Cosa ne pensate?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.