Durante la GDC 2019, Google ha annunciato la sua nuova piattaforma streaming chiamata Stadia, che promette di rivoluzionare il concetto di gaming per come lo conosciamo oggi.

Come riporta Polygon, Google punta anche a innovare il mondo del multiplayer online, eliminando (tra le altre cose) il fenomeno del cheating. Ecco quanto dichiarato dal vice president di Google Phil Harrison:

"Quando abbiamo sviluppato Stadia, il nostro obiettivo era risolvere alcuni dei punti dolenti che ci hanno indicato gli sviluppatori, in particolare legati al multiplayer. Nelle piattaforme tradizionali, l'esperienza multiplayer è limitata dal client con la connessione internet più debole."

Google promette di aggirare tali limiti, in quanto può controllare ogni aspetto dell'esperienza online, visto che tutti i dati passano nei suoi sistemi. Il sistema potrà anche migliorare l'esperienza co-op, infatti gli sviluppatori non dovranno più preoccuparsi del downgrade grafico in quanto ogni giocatore avrà il suo server separato. Naturalmente Stadia abbraccerà la politica del cross-platform, anche se saranno Sony, Microsoft, e Nintendo ad avere l'ultima parola in merito.

Cosa ne pensate? Cosa ne dite di questa nuova proposta targata Google?

Riguardo l'autore

Andrea Di Carlo

Andrea Di Carlo

Redattore