Call of Duty: Modern Warfare dice no alle loot box ma non rinuncia ai Battle Pass

Activision promette un "sistema giusto".

Gli sviluppatori lo avevano già sottolineato ma pochi ci credevano davvero. Ora però ci troviamo di fronte a un ulteriore dichiarazione che sembra fare chiarezza una volta per tutte: il sistema di monetizzazione di Call of Duty: Modern Warfare non dovrebbe basarsi in alcun modo sulle loot box.

La conferma arriva da Activision, con la compagnia che a quanto pare ha deciso di guardare al sistema di titoli come Fortnite per confezionare un modello che si fonda su Battle Pass e su uno store in-game. Ci sarà quindi la pubblicazione stagionale di Battle Pass che includeranno nuovi contenuti legati al tema del periodo e che saranno caratterizzati sia da ricompense appartenenti a tier completamente gratuiti che da altre appartenenti a tier premium.

Attraverso il Battle Pass e lo store in-game saranno disponibili contenuti cosmetici ma ci saranno anche armi base e attachment suddivisi all'interno dei tier denominati Streams. L'intero sistema funzionerà? È ovviamente molto presto per dirlo con certezza ma Activision sottolinea più volte che proporrà un "sistema giusto e onesto".

"Tutti i contenuti che hanno un impatto sul bilanciamento del gioco come armi base e attachment possono essere sbloccati semplicemente giocando. Comprensibilmente ci sono ancora delle domande sul modo in cui l'economia del gioco evolverà dopo il lancio e attraverso diverse stagioni. Ci rendiamo conto che ci vorrà del tempo per dimostrare le nostre intenzioni".

"Sappiate che ci impegniamo per proporre un sistema giusto e onesto guidato dai principi che abbiamo delineato qui e continueremo a monitorare il feedback e il coinvolgimento dei giocatori per raggiungere a pieno quest'obiettivo".

Ovviamente dando un'occhiata al recente passato, i Call of Duty hanno anche visto un lancio privo di microtransazioni che però nel tempo sono state introdotte in maniera sempre più invasiva e discutibile. Call of Duty: Modern Warfare riuscirà a interrompere questo trend proponendo un modello di business effettivamente giusto?

Fonte: Eurogamer.net

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza