Microsoft voleva acquisire Platinum Games ma l'affare saltò

C'entrerà il buon Kamiya? 

Microsoft sta cercando da parecchio tempo di portare sotto la sua ala protettiva nuovi studi si sviluppo, per potenziare il brand Xbox e prepararsi al lancio di Xbox Series X. In aggiunta a Ninja Theory, Obsidian e altre case note, Phil Spencer aveva svelato l'intenzione di portare i propri interessi in Giappone e valutare l'acquisto anche di alcuni prestigiosi studi nipponici.

Le trattative e i viaggi di lavoro di Spencer vanno avanti ormai da anni e sebbene non sappiamo con certezza di cosa si discute fra gli uffici Microsoft, poco fa una fonte autorevole e pienamente affidabile, ha voluto condividere una piccola notizia che potrebbe interessare a molti. Secondo l'autore e insider Brad Sams, l'anno scorso Microsoft era intenzionata a comprare niente meno che Platinum Games, gli sviluppatori dietro Bayonetta, Nier: Automata e Astral Chain. Sfortunatamente, pare che l'accordo sia saltato e che le trattative siano finite con un nulla di fatto.

Purtroppo Sams non ha fornito ulteriori dettagli in merito, ma è possibile che tale trattativa, se non avvenuta in tempi recenti, possa risalire fino ai tempi di Scalebound, action RPG in origine esclusiva Xbox One, sfortunatamente cancellato in corso d'opera. Che dire, il fatto che Platinum Games sia ancora indipendente è sicuramente una buona notizia per i fan PlayStation e Nintendo.

Che ne pensate? Ritenete che Platinum Games sarebbe potuta diventare l'ago nella bilancia nella console war next-gen?

Fonte: Twitter

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Marcello Ruina

Marcello Ruina

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza