Rainbow Six Siege: Crystal Guard - anteprima

Abbiamo provato la nuova season di Rainbow Six Siege: il miglior attacco è la difesa. 

Nei sei lunghi anni di attività di Rainbow Six Siege, abbiamo assistito all'introduzione di svariati personaggi, le cui abilità e caratteristiche hanno spesso rappresentato un counter o un'alternativa a quelle dei primi 20 operatori originali del 2015. Col passare del tempo, alcuni di loro sono stati inoltre profondamente rivisitati per adattarli a un gameplay in continua trasformazione, i cui equilibri come abbiamo ormai imparato sono facilissimi da ribaltare.

Se Thermite è stato progressivamente affiancato da alcuni colleghi in grado come lui di distruggere le pareti rinforzate, Jaeger è spesso sostituito da altri personaggi capaci di bloccare gli ordigni in arrivo, e Doc per la prima volta dal 2015 ha dovuto fare i conti con il primo operatore in grado di curare i compagni, Thunderbird, arrivata nel roster di Siege solo qualche mese fa durante la precedente season.

Curiosamente, c'è però un manipolo di operatori che nonostante il passare degli anni, ha mantenuto un certo grado di esclusività se pensiamo ai loro gadget e al ruolo che essi hanno sul campo. Stiamo parlando di Fuze, Blitz e Montagne, che al netto dell'arrivo di Clash nel 2018 (anche se nello schieramento opposto), sono rimasti gli unici assalitori a poter sfruttare sul campo uno scudo balistico, guidando l'offensiva dei loro compagni in prima linea.

Blitz e Montagne, più del loro collega russo, sono stati in alcune fasi del ciclo vitale di Rainbow Six Siege delle scelte molto valide proprio grazie al loro scudo, e per certi versi era curioso che Ubisoft non avesse mai pensato di allargare le fila di questa compagine di operatori facendo esordire un difensore che ricalcasse i loro ruoli strategici.

A più di sei anni dal lancio, Rainbow Six Siege sta finalmente per accogliere il primo, nuovo difensore che avrà in dotazione qualcosa di molto simile a uno scudo balistico. L'espansione Crystal Guard porterà infatti con sé Osa, un nuovo operatore d'attacco che con il suo Talon-8 Clear Shield potrà replicare le inarrestabili avanzate di Blitz e Montagne rimaste celebri durante tutto l'Anno 1 del gioco. Entrambi soffrivano dei naturali limiti imposti dalla presenza di uno scudo, e oltre ad essere particolarmente lenti, non potevano contare sulle armi primarie. Osa, invece, non avrà alcun argine alla sua mobilità sul campo, e dispone di un inventario del tutto in linea con quello degli altri difensori della squadra Rainbow.

1
Esperta di tecnologia, Osa ha costruito un gadget che assomiglia lontanamente agli specchi di Mira.

Ma cos'è quindi il Talon-8 Clear Shield, e come si differenzia dai gadget di Blitz e Montagne? Fondamentalmente, l'accessorio di Osa è quasi del tutto identico a un normalissimo scudo mobile, quello che i difensori schierano sul campo per rinforzare una determinata posizione. Il Talon-8, però, è realizzato con del vetro antiproiettile e può essere posizionato ovunque, anche sul bordo di una finestra, garantendo alla nuova operatrice croata di poter mantenere una linea visiva costante su tutto quello che si cela dietro lo scudo.

In aggiunta, prima di posizionarlo, Osa può tenere il Talon-8 davanti a sé proprio come fosse uno scudo balistico, non esponendo alcuna parte del corpo ai colpi d'arma da fuoco degli avversari. In questa fase, l'operatrice croata si comporta proprio come Fuze, Montagne e Blitz, potendo avanzare indisturbata all'interno degli ambienti della mappa rimanendo immune agli attacchi degli avversari.

Dal punto di vista strategico, il ruolo che Osa avrà sul campo è per certi versi inedito, poiché non solo essa potrà penetrare le difese nemiche forte del fatto di non poter essere colpita, ma una volta raggiunto un punto strategico dell'avanzata alleata potrà posizionare il suo scudo a terra e presidiare l'area osservando i movimenti dei difensori comodamente riparata alle spalle del Talon-8, sporgendosi da esso di tanto in tanto per eliminare qualsiasi avversario nella sua linea di tiro.

2
Il Talon-8 Clear Shield può essere utilizzato da Osa anche come scudo balistico, proteggendola mentre avanza verso gli obiettivi.

A differenza di Montagne e Blitz, infatti, Osa può contare su un loadout di tutto rispetto, che comprende il fucile d'assalto 556xi già in dotazione a Thermite, la mitraglietta PDW9 di Jackal e la pistola russa PMM, affiancati da una granata fumogena o da una mina Claymore.

Certo, il Talon-8 può essere distrutto da qualsiasi esplosivo e analogamente agli specchi di Mira esso può essere reso cieco con un colpo corpo a corpo, ma la combinazione tra un dispositivo protettivo di tale efficacia ed un equipaggiamento che mette Osa nella posizione di offendere con grande vigore, rende il nuovo personaggio introdotto dalla stagione Crystal Guard estremamente interessante, e potenzialmente anche un po' sbilanciato.

Per il momento la nostra analisi non può che essere preliminare, ma non vediamo particolari counter al gadget di Osa, che si mostra vulnerabile solo agli esplosivi. Purtroppo, i difensori non hanno una gran disponibilità di questi oggetti, e anche se l'operatore croato si trovasse ad affrontare un avversario equipaggiato con delle granate ad impatto, esso dovrebbe necessariamente avvicinarsi e rimarrebbe in ogni caso esposto al fuoco di Osa, che dal suo Talon-8 trasparente può monitorare in ogni momento i movimenti del nemico.

Sarà curioso scoprire quale sarà il feedback della community quando Crystal Guard arriverà sul TTS di Rainbow Six Siege, e non vediamo l'ora di capire come le squadre di difesa riusciranno ad arginare un operatore che, almeno adesso, ci appare particolarmente efficace.

3
Osa può posizionare il Talon-8 Clear Shield anche su finestre e porte.

Tra le altre novità della stagione in arrivo, troviamo alcuni bilanciamenti che coinvolgono operatori come Fuze, Twitch e IQ. L'operatore russo, a partire da quest'espansione, potrà utilizzare la sua Carica a grappolo anche su superfici rinforzate: il dispositivo impiegherà più tempo ad emettere le sue granate e potrà comunque essere distrutto dai difensori mentre è attivo, ma questa modifica permetterà a Fuze di colpire gli avversari al centro delle loro difese. Twitch, invece, non potrà più disporre del suo Drone Stordente durante la fase di preparazione, ma quelli disponibili durante la fase di azione saranno in grado di distruggere i gadget nemici anziché disabilitarli. Infine, IQ potrà pingare molto più efficacemente i dispositivi elettronici nemici, rivelando la loro posizione all'intera squadra.

A differenza delle altre season, Crystal Guard non coinciderà con un rework completo di una sola mappa, ma piuttosto introdurrà diverse modiche a 3 diverse ambientazioni, Clubhouse, Banca e Coastline. Le modifiche sono di lieve entità e quasi tutte solamente visive, riguardando la disposizione dell'arredamento all'interno o all'esterno delle ambientazioni. Gli interventi sono stati applicati per correggere alcuni piccoli difetti delle mappe, e sarà interessante scoprire come essi potranno modificare gli equilibri delle partite su queste tre storiche mappe di Rainbow Six Siege.

Anche se Crystal Guard coinvolgerà un novero di interventi sul gioco forse minore rispetto a quelli di altre stagioni, l'introduzione di un operatore come Osa ha saputo innescare la nostra curiosità e non vediamo l'ora di vedere come i migliori team al mondo sapranno sfruttare le capacità del nuovo personaggio. Sulla carta, l'operatrice croata è una delle più interessanti tra le ultime aggiunte al roster di Rainbow Six Siege, e da parte nostra non potremmo essere più ansiosi di così di poterla presto giocare sul TTS di Rainbow Six Siege.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Gianluca Musso

Gianluca Musso

Redattore

Si è appassionato ai videogiochi grazie al capolavoro Monkey Island, oggi massacra NPC nei GDR Bethesda. Qualcosa dev'essere andato storto!

Contenuti correlati o recenti

Deathloop è qui ma nemmeno Colt in persona riesce a trovare una PS5 per giocarlo

Jason Kelley a caccia di una PS5 per giocare 'il suo' Deathloop.

Quali sono i videogiochi che fanno imprecare di più?

Un peculiare studio svela i videogiochi che fanno infuriare di più.

Deathloop su PC con problemi di stuttering e performance? La colpa sarebbe del DRM

Bethesda ed Arkane al lavoro ma il DRM sembra la piaga anche di Deathloop.

Call of Duty 2023 sarà un Black Ops 5 semi-futuristico?

Treyarch dovrebbe occuparsi dello sviluppo del futuro Call of Duty.

Thatcher's Techbase è il DOOM old school in cui mandare all'inferno una demoniaca Margaret Thatcher

L'FPS in stile DOOM riporta in vita l'ex Primo Ministro UK Margaret Thatcher.

Articoli correlati...

Bioshock 4 e Bioshock Remastered potrebbero uscire nel 2022

Dal recente leak Nvidia spunta anche un possibile Bioshock 4.

Raccomandato | Deathloop - recensione

Deathloop è una meravigliosa e psichedelica chimera videoludica.

Articolo | Call of Duty: Vanguard - prova

Il nostro primo sguardo ai campi di battaglia multiplayer di Call of Duty: Vanguard.

Battlefield 2042 non è ancora uscito ma c'è già un sito che vende cheat

Come rovinare Battlefield 2042 ancora prima che esca.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza