Picture of John Linneman

John Linneman

Staff Writer, Digital Foundry

An American living in Germany, John has been gaming and collecting games since the late 80s. His keen eye for and obsession with high frame-rates have earned him the nickname "The Human FRAPS" in some circles. He’s also responsible for the creation of DF Retro.

Featured articles

Digital FoundryThe Last of Us 2 spingerà il realismo al livello successivo - analisi tecnica

Il sistema di animazioni allo stato dell'arte di Naughty Dog sotto al microscopio.

Digital FoundryDetroit: Become Human - analisi tecnica

Cosa succede quando vengono impiegati tecnologia avanzata, talento e un alto budget su un'esperienza più concentrata anziché su un immenso mondo aperto?

Ubisoft è in una situazione confortevole per lo sviluppo sulle quattro console casalinghe della generazione corrente: si tratta di hardware che sono simili in molti aspetti, ma ognuno è caratterizzato da una potenza GPU di un livello differente. Far Cry 5 ha molto in comune con Assassin's Creed Origins: sono essenzialmente in pari dal punto di vista delle feature grafiche su tutto il range di console, con la risoluzione che è il vero unico punto differenziale tra esse, e con il temporal anti-aliasing che cerca di attenuare le variazioni. Quei pixel in più però contano, e Xbox One X sta in testa al gruppo. Ma la conclusione fondamentale è che tutte le console ottengono un gioco fantastico qui.

Digital FoundryGod of War è la prossima grande vetrina tecnologica per la PS4 - articolo

Il Digital Foundry analizza un nuovo feed denso di azione su PS4 Pro.

Sony Santa Monica, uno studio sinonimo di eccellenza tecnica, sta per completare lo sviluppo dell'ultimo God of War, e la scorsa settimana abbiamo finalmente avuto l'occasione di vedere di più del gioco tramite il cristallino output video a 4K di PS4 Pro. Ed è subito stato evidente che ciò che appare su schermo è estremamente promettente. God of War non ha nulla da invidiare a titoli del calibro di Uncharted 4 e Horizon: Zero Dawn quando si tratta di qualità della tecnologia alla base del gioco.

Abbiamo avuto sempre la sensazione di non aver goduto dell'esperienza definitiva di Final Fantasy 15, gioco per cui le console moderne non hanno abbastanza cavalli sotto il cofano. PlayStation 4 Pro ed Xbox One X hanno aumentato la risoluzione e la fedeltà grafica rispetto alle release originali, ma fondamentalmente c'era ancora la sensazione che il gioco avesse molto di più da offrire. Solo adesso, con la release della versione PC, siamo in grado di vedere il Luminous Studious engine alla sua massima potenza. Sì, i requisiti hardware possono essere alti, anche impietosi, se volete vedere tutto, ma il ritorno visivo è eccezionale.

Digital FoundryMetal Gear Survive: provate a fondo tutte le versioni console - analisi comparativa

Soddisfatti da PS4, PS4 Pro e Xbox One X, ma il modello base di Xbox One non convince.

Metal Gear Survive per certi versi è un gioco difficile da decifrare: uno spin-off tratto da un illustre predecessore che spinge il franchise in una direzione completamente nuova. Uno sguardo ai titoli di coda ci rivela che Konami ha affidato il progetto a un gruppo eterogeneo, composto sia da veterani che hanno lavorato sul brillante Metal Gear Solid 5, sia da nuovi arrivi che hanno messo mano sulla serie per la prima volta. A giudicare da come è stato sfruttato il Fox Engine, l'iconico motore grafico dell'etichetta giapponese, sembrerebbe che gli sviluppatori di Survive non siano stati in grado di raggiungere il livello di maestria del team che li ha preceduti, e appare chiaro fin da subito che tecnicamente l'ultima fatica di Konami rappresenta un passo indietro rispetto a MGS5.

Digital FoundryBayonetta per Switch è la versione console definitiva? - analisi comparativa

Più veloce delle versioni Wii U e Xbox 360, ma come si compara alla Xbox One X in retrocompatibilità?

Abbiamo già analizzato Bayonetta 2 su Nintendo Switch, giungendo alla conclusione che anche se i lievi upgrade grafici rispetto alla versione Wii U erano benvenuti, era la performance che ci aveva impressionato maggiormente in questo porting, caratterizzato da un gameplay più vicino ai 60 frame al secondo bloccati. Tenendo questo a mente, ci sorprende poco trovarci nella stessa situazione con il primo capitolo della serie ma la differenza questa volta è che il gioco originale è anche disponibile su PC e Xbox 360 (faremmo meglio a non menzionare la versione PS3), quindi come si comporta la versione Switch rispetto a tutte le sue rivali?

Per un franchise cross-generation che ha goduto di grande successo su PlayStation 2, PSP, 3DS, Wii e Wii U, è sorprendente come Monster Hunter sia finito per giungere sull'attuale generazione di console. Disegnato da zero per trarre al massimo la potenza di PlayStation 4 e Xbox One, il recente Monster Hunter World promette ambiziosi cambiamenti alla formula della serie, sfoggiando nuova tecnologia in questo processo di rinnovamento. Quindi qual è il risultato finale?

Digital FoundryShadow of the Colossus è uno dei migliori remake di tutti i tempi - analisi tecnica

Il lavoro di Bluepoint su PS4 onora l'opera originale fornendo al contempo una grafica che rasenta lo stato dell'arte della tecnologia.

C'è una ragione se Shadow of the Colossus del Team Ico è oggetto di tanto amore e rispetto da parte dell'audience PlayStation. Da un punto di vista puramente tecnico, ha spinto i limiti dell'hardware della PlayStation 2 più avanti di quanto si fosse mai riusciti prima, ma ha anche fornito uno stile speciale e un'atmosfera che lo ha differenziato nettamente da qualsiasi prodotto precedente. In sostanza, è stato un tipo di gioco che raramente viene fuori: un'esperienza che fortifica l'amore per il medium videogioco.

Porting per Switch di titoli già esistenti su altre piattaforme? Li accettiamo volentieri se il gioco è buono e la qualità del porting è di buon livello. La collection di Resident Evil rilasciata recentemente da Capcom è allora un'interessante scelta per una conversione, visto che offre la combo di un porting migliorato di Revelations 1 (che ricordiamo debuttò su 3DS) e del suo sequel, realizzato per girare sulle console current-gen. Quindi la domanda è la seguente: siamo di fronte alla versione definitiva del gioco originale? E come si comporta il porting Switch del sequel rispetto alle release esistenti?

Digital FoundryI difetti visivi minano l'incredibile aggiornamento di Quantum Break su Xbox One X - analisi tecnica

Un miglioramento significativo della risoluzione e delle prestazioni, ma gli artefatti grafici sono fastidiosi.

Dei vari aggiornamenti per Xbox One X che abbiamo testato durante il periodo di prova, Quantum Break è stato senz'altro uno dei più interessanti grazie alla possibilità di scegliere fra le modalità 1080p e “4K” (in entrambi i casi un bel miglioramento rispetto ai 720p di Xbox One) e a dettagli migliori. A livello visivo, ha garantito un miglioramento nettissimo rispetto alla versione già disponibile del gioco, avvicinandosi ai risultati raggiunti su hardware di fascia media e alta dell'edizione PC. C'era solo un problema: le prestazioni. La buona notizia è che i problemi di frame rate sono essenzialmente scomparsi nella versione finale, ma la cattiva notizia è che sono invece apparsi diversi difetti grafici come fastidiosi artefatti che non c'erano in questa versione la prima volta che l'abbiamo provata.

Digital FoundryStar Ocean: The Last Hope è un gioco console con il menu delle impostazioni grafiche del PC - articolo

La completa suite di opzioni è resa disponibile su PS4 e PS4 Pro: ma è davvero una buona idea?

Per intere decadi il gaming su console si è tradizionalmente focalizzato sul fornire esperienze specifiche per ciascuna piattaforma, abilmente modellate dagli sviluppatori. Certamente, abbiamo visto modalità ad alto frame-rate e talvolta alcuni interruttori per attivare dei preset, ma niente di paragonabile al ventaglio di opzioni che tipicamente si trova in un gioco per PC… almeno fino adesso. Questo è esattamente ciò che lo sviluppatore Tri-Ace ha fornito col remaster per PlayStation 4 di Star Ocean: The Last Hope. Ogni aspetto del gioco modificabile sulla versione PC è infatti disponibile e modificabile anche su PlayStation 4, ma è davvero una cosa positiva?

Digital FoundryXenoblade Chronicles 2 è troppo ambizioso per girare nella modalità portatile di Nintendo Switch? - articolo

Impressionante se giocato su TV, ma la modalità portatile presenta diversi problemi.

È stato un anno grandioso per Nintendo Switch e Monolith Soft sta garantendo un gran finale con Xenoblade Chronicles 2. Basato sulla stessa tecnologia che spingeva Xenoblade Chronicles X su Wii U, il nuovo titolo della serie espande il suo engine in diversi modi abilitando alcuni pregevoli effetti, ma questa ambizione è accompagnata da inaspettati ostacoli che peggiorano l'aspetto visivo del gioco, tra cui figura la più bassa risoluzione di rendering che abbiamo mai riscontrato finora. È evidente che gli sviluppatori abbiano percorso una linea sottile qui nel bilanciare le nuove feature con i limiti hardware della console ibrida Nintendo, e non siamo pienamente certi che sia stata una buona idea.

Digital FoundryHitman su Xbox One X raddoppia i miglioramenti - analisi tecnica

4K nativi con effetti grafici potenziati o 1440p a 60fps: la scelta è solo vostra.

Io Interactive, la software house che diede vita alla serie di Hitman, ha recentemente ri-acquistato sé stessa da Square-Enix, recuperando il controllo sulla saga dell'assassino silenzioso. Al momento è disponibile una nuova edizione GOTY del titolo, completa di tutto il contenuto originale oltre alla nuova variante della campagna definita "Paziente Zero". Nel frattempo, lo studio ha rifatto il look a Hitman rilasciando un aggiornamento per Xbox One X decisamente impressionante.

Digital FoundryHorizon Zero Dawn: The Frozen Wilds è un'imperdibile meraviglia tecnica - articolo

Una delle esperienze 4K in HDR più impressionanti a disposizione.

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds è un'espansione per quello che è stato uno dei migliori giochi dell'anno in ogni senso possibile di questa espressione. Non è soltanto un “more of the same” - da un punto di vista tecnico, riesce ad arrivare a un risultato ancora superiore e rappresenta un'impressionante evoluzione del Decima Engine di Guerrilla Games, che fino a ora si è dimostrato impareggiabile. Andando oltre alle foreste e alle grandi pianure dell'esperienza originale, The Frozen Wilds invita i giocatori nella regione più settentrionale della mappa per esplorare i campi innevati e le montagne vertiginose. Sono state aggiunte nuove funzionalità al Decima per enfatizzare le nuove ambientazioni e il sistema meteorologico, ma gli elementi chiave della tecnologia sono solidi come lo sono sempre stati: dalla sensazionale illuminazione fino all'uso di primo livello dell'HDR e alla fluidità, non ci sono dubbi che Horizon resti un gioco bellissimo.

Dal suo lancio avvenuto lo scorso anno Final Fantasy 15 è cambiato tantissimo e Square-Enix ha continuato a supportare il gioco con patch e modifiche atte a migliorare l'esperienza dell'utente ed introducendo anche nuove feature, ma questo processo non è sempre andato liscio. La PS4 Pro è stata supportata sin dalla release del gioco e la sua implementazione è sempre stata inconsistente, volendo andarci leggeri. Le feature andavano e venivano ma in fin dei conti il gioco non è mai girato bene come avremmo sperato. L'upgrade di Xbox One X potrà finalmente fornire l'esperienza di Final Fantasy 15 che stavamo aspettando?

Digital FoundryIl porting "impossibile" di Doom per Switch analizzato a fondo - analisi comparativa

Un risultato incredibile dal punto di vista tecnico, ma i downgrade saranno eccessivi?

Uno dei più grandi giganti tra i franchise FPS è finalmente tornato nella casa di Mario. Tornando indietro a più di due decadi, l'hardware Nintendo ha sempre avuto una relazione unica con la serie. Doom per Super NES, per quanto potesse essere visivamente imbarazzante, rappresentava una vera impresa dal punto di vista tecnico per la macchina a 16-bit di Nintendo, mentre la versione Game Boy Advance vi faceva sentire come se teneste il futuro tra le vostre mani. Ci sono riflessi di queste esperienze passate nel porting per Switch del reboot di Doom del 2016 da parte di Bestesda. Rappresenta la tecnologia mobile che sbraccia e sbraita per arrivare ai suoi limiti più estremi.

Tornate indietro per un momento al 2015. 343 Industries lanciava Halo 5: Guardians per gli appassionati fan in tutto il mondo. Nonostante non fosse esente da critiche, il gioco è stato accolto caldamente ed in definitiva è risultato un solido shooter con un gameplay avvincente e una direzione artistica fantastica, il tutto con un frame-rate fluido a 60fps. Ma queste prestazioni granitiche sono state possibili ad un prezzo: la qualità dell'immagine. L'Xbox One non era semplicemente abbastanza potente per rendere su schermo tutto ciò che il gioco aveva da offrire, ma con l'arrivo di Xbox One X, la visione di 343 Industries può finalmente essere espressa pienamente?

Digital FoundryEcco come Super Mario Odyssey riesce a spingere Switch al limite - analisi tecnica

Il Digital Foundry ci spiega le tecniche utilizzate per creare il titolo di Mario più avanzato di sempre.

È passato tanto tempo dall'uscita di Super Mario Sunshine, ma per chi aspettava con ansia il ritorno della serie all'impostazione 3D free-roaming, Super Mario Odyssey rappresenta un sequel eccezionale. Il gioco offre dei concept molto interessanti, un gameplay semplice e un grande personaggio: questa è Nintendo che crea il suo gioco tirpla-A, una combinazione brillante di idee fresche e di grandi tecnologie.

Un gameplay retro incontra un'estetica vintage in quella che è, dal nostro punto di vista, una combinazione da sogno. Con uno stile mai visto prima, Cuphead riesce a mettere insieme, in un unico, eccezionale e favoloso pacchetto, delle caratteristiche audio-visive uniche tipiche dell'animazione con la classica azione da videogioco. La discussione si è concentrata principalmente su alcuni aspetti del gameplay, ma dopo averci giocato ci siamo convertiti: in un'epoca di software che emulano la concorrenza, Cuphead si distingue dalla massa. Abbiamo giocato il titolo su Xbox One e PC e, mentre con il codice del Windows Store abbiamo riscontrato dei problemi frustranti, le versioni console e Steam ve le consigliamo caldamente.

Forza Motorsport e Gran Turismo: due franchise titanici che spingono i limiti tecnici delle proprie rispettive piattaforme. Come simulatori di guida da console, questi due titoli hanno molto in comune: entrambi offrono una grafica alla stato dell'arte e uno straordinario livello di fedeltà, puntando a 60 fluidissimi frame al secondo. Con una grande quantità di contenuti corrispondenti, come macchine e piste, ci sono anche tanti punti di confronto già pronti per analizzare le rispettive tecnologie. Però, anche se sia Forza Motorsport 7 che Gran Turismo hanno obiettivi molto simile, i risultati finali possono molto spesso differire notevolmente, evidenziando una profonda differenza esecutiva, ma anche filosofica.

ArticoloAbbiamo analizzato la tecnologia all'avanguardia di Red Dead Redemption 2 - articolo

Il Digital Foundry ci mostra l'eccellenza del motore RAGE di Rockstar sulle console current-gen.

Red Dead Redemption 2 è un gioco davvero significativo non soltanto per Rockstar, ma per l'intera generazione di console. Dopotutto, è il primo titolo dello sviluppatore progettato da cima a fondo per PS4 e Xbox One. Sicuramente GTA V ha ricevuto un aggiornamento impressionante una volta sbarcato sulle due piattaforme, restando però ancora molto legato alla tecnologia dell'ultima generazione di console. RDR2 si spinge decisamente oltre, mostrando parecchi e fondamentali miglioramenti che si sono aggiunti al RAGE engine, nato internamente a Rockstar.

Gran Turismo si è guadagnato a buon diritto una reputazione nel corso degli anni spingendo i limiti tecnologici delle console, e dopo alcune beta preliminari non del tutto convincenti, Gran Turismo Sport sembra fornire un'altra prova di forza dal punto di vista tecnico. Qualche giorno fa Sony ha rilasciato una mastodontica versione demo che ha permesso ai giocatori di provare svariati eventi e caratteristiche del gioco finale. È stata un'opportunità di assaggiare un piatto quasi pronto, specialmente per gli utenti muniti di schermi con High Dynamic Range. Molti titoli traggono beneficio dall'HDR ma con Gran Turismo Sport l'upgrade è più marcato e bello a tal punto che non godrete dell'esperienza completa senza l'HDR.

Quantum Break, sviluppato da Remedy, è stato annunciato per Xbox One X durante la Gamescom e noi in quell'occasione eravamo riusciti ad ottenere qualche minuto di tempo per provarlo. Le nostre prime impressioni erano state positive. All'interno del titolo era evidente l'aggiornamento della risoluzione, così come le prestazioni relativamente più stabili. In seguito siamo riusciti a provare più a lungo il porting su Xbox One X di quello che, senza dubbio, è uno dei giochi più complessi dal punto di vista tecnico di questa generazione. Da alcuni punti di vista la conversione è persino più sorprendente di quanto ci aspettassimo ma d'altra parte speriamo di vedere qualche ulteriore miglioramento prima che venga pubblicato il nuovo aggiornamento insieme all'uscita della console, prevista per il 7 novembre.

ArticoloFaccia a faccia con Yu Suzuki - intervista

Il leggendario game designer ci svela qualche segreto di Shenmue 3.

Di recente abbiamo avuto la fortuna di sederci di fronte ad una vera e propria leggenda, Yu Suzuki, e di parlare con lui del suo nuovo, ambiziosissimo progetto: Shenmue 3. Essendo fan di lunga daga di Sukuzi-san e di Sega in generale, non potevamo lasciarci scappare l'occasione di incontrare la persona che insieme al suo team AM2 ci ha regalato alcuni dei migliori giochi della storia. Shenmue è il suo capolavoro (finora) incompiuto e ha fatto di tutto per portarlo a termine. Ora sembra che il suo sogno sia "vicino" all'avverarsi.

Digital FoundryMario + Rabbids è la dimostrazione tecnica più improbabile per Switch - analisi tecnica

Il motore Snowdrop di The Division arriva in modo fantastico sulla console ibrida di Nintendo.

Noi del Digital Foundry ci abbiamo messo un po' ad elaborare un giudizio su Mario + Rabbids Kingdom Battle, dal momento che ci siamo sentiti in dovere di pesare con cura le caratteristiche di questo titolo eccezionale. Oltre ad essere un meraviglioso gioco di strategia progettato in modo brillante, si tratta anche di una dimostrazione tecnica per la console portatile di Nintendo, progettato utilizzando lo Snowdrop Engine di Massive Entertainment, che sta alla base di Tom Clancy's The Division. Si tratta sicuramente di uno cambiamenti più improbabili nel mondo del gaming per un motore grafico. Tuttavia, uno dei principi fondamentali di Ubisoft, su cui si basa la creazione di nuovi titoli, è il concetto di lavorare in modo intelligente, realizzando cose non grandi ma migliori.

Digital FoundryCosa offre Knack 2 in più ai possessori di PS4 Pro? - articolo

Checkerboarding per schermi 4K, una modalità ad alto frame-rate, e molto altro.

Il primo Knack è stato il primo titolo mostrato nel periodo pre-lancio di PlayStation 4, mentre il game director Mark Cerny assumeva pure il ruolo di lead architect della stessa console. Nelle interviste Cerny descriveva Knack come un progetto su scala ridotta, mentre molti si aspettavano che fosse una vetrina delle capacità tecniche del nuovo hardware. Ma l'arrivo del sequel rappresenta un'interessante opportunità per Cerny e per il suo team Studio Japan: senza la pressione del lancio di un sistema da gestire, Knack 2 ha dato agli sviluppatori il tempo di mostrare che tipo di gioco vogliono veramente offrire.

primo precedente