Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Elden Ring Analisi delle Prestazioni: Cosa aspettarsi su PS5, Series X/S e PC

Le prime impressioni del Digital Foundry su ogni versione del gioco.

Il lancio di Elden Ring è stato accompagnato da recensioni parecchio favorevoli che ne lodano il gameplay e la direzione artistica, ma anche da domande sulle sue prestazioni tecniche su ogni piattaforma: PlayStation, Xbox e PC. Qui al Digital Foundry, la nostra analisi è in corso sulla versione 1.02 del gioco, recentemente rilasciata, ma abbiamo voluto fornire alcuni pensieri iniziali, raccomandazioni e aspettative di prestazioni per chiunque abbia intenzione di procedere all'acquisto del gioco. Questo sarà seguito dalla nostra analisi completa il più presto possibile, con i dettagli sulle prestazioni di PC e console.

Per prima cosa, diamo un'occhiata alla situazione sulle console. Le metriche delle prestazioni che abbiamo visto nel test di rete del gioco l'anno scorso sembrano in gran parte invariate su PS5 e Series X. Entrambe continuano a offrire due modalità di visualizzazione: una modalità frame-rate e una modalità qualità. Tuttavia, anche con la patch 1.02 rilasciata al dayone, la modalità frame-rate continua a funzionare in una forbice tra i 45 e i 60fps su PS5 e Series X, mentre le modalità qualità si attesta tra i 30 e i 60fps. Entrambe le macchine girano con frame-rate completamente sbloccati e, proprio come nel test di rete, non c'è ancora la possibilità di bloccare il frame-rate a 30fps per livellare le prestazioni vacillanti in modalità qualità. Il risultato? Una performance molto variabile per la modalità qualità in particolare, dove i 60fps sono raramente (invero quasi mai) raggiunti su PS5 o Series X.

Il nostro video sul test di rete del 2021 vi può fornire una panoramica di base.

In confronto, PS5 tipicamente opera a un frame-rate più alto rispetto a Series X, anche se chiaramente nessuna delle due macchine fornisce prestazioni ideali: nessuna delle due console offre 60fps costanti nella versione finale. Detto questo, ci sono soluzioni per ogni piattaforma che vale la pena considerare. La versione per Xbox Series X è notevolmente migliorata dal supporto a livello di sistema per le frequenze di aggiornamento variabili (VRR), se si dispone di un display dotato di questo tipo di tecnologia. Il VRR aiuta a minimizzare il judder percepito nella sua gamma di 45-60fps in modalità frame-rate, creando un'esperienza più fluida facendo corrispondere l'aggiornamento dello schermo al frame-rate. Questa potrebbe non essere una soluzione per tutti ma per chi dispone di TV compatibili è la migliore opzione su Xbox in questo momento. Anche gli utenti di Series S beneficiano del supporto al VRR. Dato che la modalità di frame-rate di questa piattaforma corre tra 40-60fps, in questo momento è una scelta praticabile, anche se non perfetta, dato che le prestazioni della Series S virano più spesso verso l'estremità inferiore di questa gamma rispetto alla Series X.

Nel frattempo, raggiungere una soglia stabile di 60fps su PS5 comporta un'altra tattica. Purtroppo, il supporto VRR non è disponibile sulla macchina di Sony al momento, ma, come per il test di rete, semplicemente eseguendo l'app PS4 su PS5 si ottiene un frame-rate stabile a 60fps. Il compromesso? Il gioco gira a una risoluzione inferiore (a quello che sembra essere un 1800p ricostruito) e con impostazioni più basse nella densità dell'erba rispetto alla versione nativa PS5. Questo è fondamentalmente il codepath di PS4 Pro, che utilizza la maggiore potenza di PS5 per raggiungere un livello di prestazioni più coerente. Anche con questi compromessi, l'esecuzione dell'app PS4 su PS5 è attualmente la migliore opzione su qualsiasi console per ottenere 60fps costanti: ve la raccomandiamo se prediligete le prestazioni più stabili a dispetto della qualità qualità dell'immagine e delle caratteristiche grafiche di fascia alta.

Anche la situazione del PC merita di essere chiarita. Allo stato attuale, la versione PC che utilizza l'ultima patch 1.02 ha una serie di problemi che interesseranno tutte le configurazioni hardware su tutte le impostazioni grafiche. Elden Ring è la prima incursione di From Software nelle API di basso livello su PC e il gioco utilizza le DirectX 12. Come abbiamo visto in altri titoli DX12, ci possono essere gravi e fastidiosi problemi di stuttering.

In primo luogo ci sono stutter fino a 250 millisecondi quando nuovi effetti, nemici e aree appaiono sullo schermo. Questi tipi di stutter diminuiscono man mano che l'esperienza di gioco va avanti e i nemici, le aree e gli effetti vengono rivisitati dal giocatore. Un secondo e più pervasivo stutter sembra essere legato al caricamento di nuove aree di gioco (ad esempio quando si attraversa il mondo di gioco e si passa da un'area all'altra, può causare piccoli cali di frame una tantum un paio di volte al minuto, o nel peggiore dei casi, problemi di frame-time che fanno cadere il frame-rate da un costante 60 a 40fps).

I monitor a frequenza di aggiornamento variabile che utilizzano G-Sync o Freesync aiutano ad alleviare alcuni di questi problemi ma appoggiarsi a questa tecnologia non è una buona soluzione alla luce di come le versioni console non soffrono di questi stutter. Altri problemi da notare sono la mancanza di supporto per monitor ultrawide, nessun supporto per frame-rate superiori a 60fps e opzioni grafiche poco intuitive. Come abbiamo visto con altri titoli che soffrono di problemi simili, come Final Fantasy 7 Remake e Halo Infinite, potrebbe essere ragionevole aspettare ulteriori patch prima di investire tempo nella versione PC di Elden Ring.

Quindi, tutto sommato, è un po' una situazione mista per Elden Ring in questo momento su tutte le piattaforme. Molti di questi problemi potrebbero e dovrebbero essere risolti negli aggiornamenti futuri e speriamo che From Software sia in grado di portare le prestazioni del gioco a un livello adeguato al resto della qualità del titolo. Andremo più in profondità nei prossimi video e articoli, quindi rimanete sintonizzati.

A proposito dell'autore

Avatar di Will Judd

Will Judd

Deputy Editor, Digital Foundry

A bizarre British-American hybrid, Will turns caffeine into technology articles through a little-known process called 'writing'. His favourite games are Counter-Strike, StarCraft and Fallout 2. Will also tweets the latest tech deals at @DealsFoundry.

Commenti

More Articoli

Ultimi Articoli