Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

'Octopath Traveler 2 è completo al 90%' rivela Square Enix

Vedremo il sequel di Octopath Traveler nei primi mesi del 2023?

Octopath Traveler 2 è stato svelato sul palcoscenico dell'ultimo Nintendo Direct. Anche se il sequel dell'RPG di Square-Enix è passato un pelo in sordina a causa dei grandi nomi presenti nella stessa kermesse, su tutti Bayonetta 3 e The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, si tratta in ogni caso di un JRPG classico di tutto rispetto, dotato di uno stile artistico ormai unico nel suo genere (e di una grandissima colonna sonora).

La notizia delle ultime ore proviene direttamente da spokesperson di Square-Enix, che hanno affermato che: "Siamo felici di poter finalmente annunciare il fatto che lo sviluppo di Octopath Traveler II è completo al 90%. Siamo allo sprint finale, pertanto vi chiediamo di attendere giusto un altro po'. Tenete gli occhi aperti per le informazioni che arriveranno a breve". Questa la dichiarazione emersa durante un'intervista condotta da Famitsu.

Octopath Traveler II dovrebbe infatti vedere luce su Nintendo Switch nella prima fase del 2023. Stando a quanto emerso dai gameplay e dai trailer pubblicati, si tratta di un'opera che prosegue decisa sulla scia del predecessore: sarà un JRPG tradizionale a turni fondato su un cast di 8 personaggi, ognuno dotato di una sua storia.

Ogni giocatore potrà scegliere il personaggio iniziale, per poi svelare una trama che lo porterà a fare la conoscenza di tutti gli altri, dando vita a una compagnia di eroi che uniranno le forze per aiutarsi a vicenda sullo sfondo di splendidi combattimenti a turni, una colonna sonora mozzafiato e affascinanti paesaggi fantasy in pixel art.

Personalmente non vediamo l'ora di scoprire se Square-Enix sarà riuscita a rinnovare e potenziare la formula, e stando alle sue parole manca poco: Octopath Traveler 2 potrebbe vedere luce a inizio 2023.

A proposito dell'autore
Avatar di Eurogamer.it

Eurogamer.it

Contributor

Commenti