Dragon's Dogma - prova

Un piccolo assaggio in attesa del test su strada.

L'ultimo gioco che abbiamo avuto modo di provare a fondo al Captivate è stato Dragon's Dogma. La demo a nostra disposizione ci ha permesso di esplorare una vasta città compiendo quest di vario genere e, grazie al posizionamento strategico di tre pietre per il teletrasporto, di visitare tre diverse ambientazioni.

Da quanto abbiamo visto, gli sviluppatori vogliono realizzare una sorta di Skyrim in terza persona interpretandolo alla giapponese. Il risultato finale non sembra affatto male, anche se da un certo punto di vista l'assenza del multiplayer tradizionale in stile Monster Hunter ci sembra un vero peccato.

1
Il fuoco è indispensabile quando si ha a che fare con i resistentissimi non-morti.

Siccome fra qualche giorno vi proporremo un hands-on corposo e dettagliato, visto che Capcom ci ha inviato in redazione un codice preview tutto da spremere, per ora vi riportiamo qualche rapida considerazione direttamente dal Captivate.

Il tentativo nipponico di seguire le orme di Skyrim, come detto qui sopra, sembra piuttosto interessante, soprattutto per il sistema di combattimento preciso e ricco di opzioni da sfruttare a proprio vantaggio durante gli scontri con la vasta gamma di creature presenti.

Secondo quanto rivelatoci da un portavoce Capcom, il "multiplayer non multiplayer" sarebbe stato preferito a una co-op tradizionale proprio per evitare che eventuali fenomeni di lag andassero a rovinare un sistema di combattimento generalmente basato sulla precisione.

A nostro avviso tale scelta potrebbe essere stata dettata più dal desiderio di non pestare i piedi a Monster Hunter, popolarissima saga capace di macinare numeri impressionanti, ma mancandoci una controprova restiamo col dubbio che ce l'abbiano raccontata giusta.

"Il tentativo nipponico di seguire Skyrim sembra piuttosto interessante"

I non morti faranno la loro comparsa anche nel mondo fantasy di Dragon's Dogma.

Durante l'hands-on siamo rimasti piacevolmente colpiti da una missione tra le colline, dove diversi accampamenti di hobgoblin costringevano a perlustrare il territorio con una certa calma. Dopo esserci imbattuti in due enormi troll e aver ingaggiato battaglia con loro, ci siamo resi conto di essere finiti in una trappola, visto che i goblin ci bersagliavano dall'alto con una balista dotata di dardi esplosivi.

Superato il panico iniziale (grazie anche ai provvidenziali interventi del guaritore del gruppo), abbiamo deciso di raggiungere il campo dei goblin, fare piazza pulita e usare la balista a nostro vantaggio contro i troll. La strategia si è rivelata vincente, portandoci alla vittoria.

2
Le creature più grandi vantano un design curato e una IA piacevolmente aggressiva.

Un altro elemento che abbiamo potuto assaggiare durante l'hands-on è stato quello dei Pawn (in italiano Pedine), personaggi sviluppati dagli altri giocatori in cui ci si può imbattere esplorando le vaste ambientazioni. Parlandoci se ne possono esaminare abilità e caratteristiche, per scegliere eventualmente di farli entrare nel proprio party.

"Il sistema di combattimento si basa principalmente su due attacchi, debole e potente"

Attraverso i Pawn si può vedere se gli utenti che li hanno creati sono online oppure offline e, completando le quest con una Pedina nel gruppo, il suo creatore riceve denaro, oggetti e altri interessanti bonus.

Il sistema di combattimento, vestendo i panni di un guerriero, si basa principalmente su due attacchi, debole e potente, associati rispettivamente ai tasti Quadrato (o X, su Xbox 360) e Triangolo (o Y). Tenendo premuto R1 si solleva lo scudo per parare, attivando al tempo stesso una serie di attacchi speciali associati ai tasti frontali. Con X si salta, mentre con R2 si afferrano i mostri più piccoli o ci si arrampica letteralmente su quelli più grandi, in perfetto stile Shadow of the Colossus.

Affrontiamo un Orco Fantasma in Dragon's Dogma.

Il gioco sembrerebbe piuttosto interessante, anche se da questa build l'IA dei Pawn non ci è sembrata particolarmente brillante. Speriamo davvero che questo non si riveli essere un difetto fondamentale della versione finale del gioco.

Per ulteriori approfondimenti su Dragon's Dogma vi aspettiamo tra qualche giorno, il 16 di aprile, quando scadrà l'embargo posto da Capcom e potremo deliziarvi con un hands-on ben più dettagliato!

Torna all'elenco dei contenuti dello Speciale Captivate 2012 dove potrai trovare anteprime, video e gallerie delle immagini dei più importanti giochi di Capcom appena presentati a Roma!

Vai ai commenti (15)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Legend of Mana - recensione

Una magia che si ripete.

Cyberpunk 2077 su PS4 ora gira a 30 FPS stabili ma con diversi 'sacrifici'

Parti del mondo di gioco svuotate per stabilizzare le prestazioni.

PS5 da record, Sony vuole vendere 22,6 milioni di console all'anno

Una strada in discesa una volta che la crisi dei semiconduttori sarà risolta.

Articoli correlati...

Commenti (15)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza