ESL controllerÓ i giocatori di Counter Strike per l'uso di cannabis durante il torneo di Colonia

Oltre ad altre sostanze.

L'organizzazione Electronic Sports League (ESL) controllerà con dei test antidoping i giocatori del torneo di Counter Strike: Global Offensive che si svolgerà a Colonia, in Germania.

La notizia arriva dopo la conferma dell'introduzione di nuove politiche antidoping.

Stando ai colleghi di Eurogamer.net, i test serviranno a rilevare l'uso di varie sostanze, tra cui anche la cannabis. Da notare che il torneo ESL One di Colonia avrà un montepremi di 250 mila dollari.

ESL ha adottato la lista di sostanze proibite creata dall'agenzia mondiale antidoping (WADA), che potete consultare a questo link. L'organizzazione ha però fatto notare che non punirà l'uso a scopo ricreativo di cannabis prima o dopo le giornate del torneo (cioè 22 e 23 agosto).

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Alex Franchini

Alex Franchini

Redattore

La sua passione per i videogiochi e la musica risale all'infanzia. PCista ma non di parte, approfitta di ogni occasione per fare paragoni con Dark Souls. Lo si pu˛ occasionalmente trovare alla guida di auto da corsa virtuali con risultati imbarazzanti.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza