Super Mario Bros. da record: una copia NES sigillata è stata venduta all'asta per $114.000

Il videogioco più costoso mai venduto.

Quanto valgono i videogiochi d'annata? Molto. Quando valgono se sono ancora sigillati e protetti dal cellophane originale? Molto di più. Quanto può valere l'originale Super Mario Bros. per NES se rispetta le sopracitate condizioni? Moltissimo.

Pochi giorni fa, lo scorso 10 luglio 2020, durante un'asta pubblica tenuta dalla popolare agenzia Heritage Auctions, specializzata proprio in vendite tramite aste, ha battuto una copia di Super Mario Bros. per NES, tenuta in condizioni perfette, con tanto di plastica e sigilli, vendendola alla clamorosa cifra di 114mila dollari.

La cartuccia del 1985 ha ricevuto ben 29 offerte, ma alla fine è riuscito a diventare il videogioco più costoso mai venduto al pubblico, superando il precedente detentore del record che, ironicamente, era un'altra copia di Super Mario. Bros., la quale venne venduta al prezzo più contenuto di 100.150 dollari.

Cosa ha reso questo gioco così importante, tanto che i collezionisti sono arrivati a superare i 100mila dollari pur di ottenerlo? Un piccolo dettaglio di vitale importanza: oltre ad essere in una condizione quasi perfetta (giudicata 9.4 su 10), la confezione conserva ancora l'appendino di cartone utilizzato per essere messo nei display dei negozi. Questo dettaglio l'ha reso incredibilmente prezioso fra gli intenditori ed ecco spiegato il perché del suo valore.

"Si tratta di una unità appartenente ad uno stock a produzione limitata, nel quale il gioco veniva venduto in scatole con l'appendino di cartone sotto la plastica; ciò significa che faceva parte di una serie prodotta dopo che Nintendo iniziò ad usare pellicole di plastica per sigillare i giochi, invece che gli adesivi.".

In ogni caso, non è stato solo Super Mario Bros. a svuotare le tasche dei collezionisti: durante la stessa asta sono stati venduti anche una console Sega Pluto-02, il prototipo mai ufficializzato del secondo modello di Sega Saturn (84mila dollari), una copia sigillata di Mike Tyson's Punch-Out!! (50,400 dollari) e una copia sigillata di Super Mario Bros. 3 (38,400 dollari) dove la scritta "Bros" si trovava sul lato sinistro della confezione, invece che a destra, identificandola così come una prima stampa di cui esistono pochissimi esemplari in circolazione.

mario1
mario2

Cosa ne pensate? Vi sareste mai aspettati che un gioco per NES potesse raggiungere cifre del genere, anche considerandone il valore collezionistico?

Fonte: Eurogamer

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Half-Life: Alyx usato per insegnare agli studenti durante il lockdown? Incredibile ma vero

Il titolo di Valve come strumento educativo durante l'emergenza Coronavirus.

PS5 faticherebbe con i 1080p e 60 fps nei titoli multipiattaforma

Per un noto insider ci sarebbe una netta differenza di potenza con Xbox Series X nei multipiattaforma.

ArticoloLa grafica di PS5 e Xbox Series X gli si sta ritorcendo contro - editoriale

Colpa dello streaming, colpa del COVID-19. Ma resta il fatto: Sony e Microsoft, oggi, non riescono a comunicare la next-gen.

Commenti (15)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza