Skip to main content
Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Droid X360: la PS Vita diventa economica

I taiwanesi copiano Sony!

Se la copia è la forma più evidente di adulazione, stavolta possiamo dire che un anonimo produttore taiwanese ha veramente toccato il fondo. PSP Vita, la console portatile di Sony dalle indubbie qualità tecniche, è sul mercato ormai da qualche mese e le moderate vendite confermano le difficoltà della situazione economica contingente. Siccome la furberia dei produttori non ha limite, ecco che dal lontano oriente ne arriva una copia a basso prezzo ad essa palesemente ispirata. I produttori ne hanno scopiazzato bellamente la forma ma, dimostrando un senso dello humour non comune, gli hanno affibbiato un nome che è tutto un programma: Droid X360.

Forma, schermo e layout dei controlli sono spudoratamente presi a prestito dalla PS Vita di Sony: ovviamente la componentistica, lo schermo e tutto il resto arrivano da non si sa quale azienda taiwanese a basso costo e la qualità complessiva pare seguire fedelmente a ruota. A una prima occhiata il Droid X360 sembra avere molto a che spartire con un tablet supereconomico recensito qualche tempo fa nel famigerato esperimento Android da 50 sterline basato su una configurazione molto nota, ovvero l'onnipresente chipset A10 coadiuvato da una CPU ARM Cortex A8 a 1GHz, a cui erano associati due processori grafici Mali-400. A questi sono stati aggiunti 512MB RAM di sistema che ospitano Android 4.0 e un'unità disco flash da 8GB.

Lo schermo principale è un multi-touch da 5 pollici con una risoluzione da 800x480 pixel in concomitanza con una videocamera rivolta verso l'utente e una fotocamera da 2 megapixel nella parte posteriore, cui si aggiungono TF card e presa microUSB. Quello che stupisce di questo prodotto è tuttavia l'output HDMI, una feature assente anche dalla PS Vita. La batteria si attesta sui 2800mAh per circa un tre ore di utilizzo.

This article contained embedded media which can no longer be displayed.

Quindi, cosa ci si potrebbe fare con questo clone a basso costo della PS Vita (almeno dal punto di vista estetico) che in realtà cela un vero e proprio tablet di fascia bassa con installato Android? Fondamentalmente dovrebbe offrire tutte le funzionalità di questo sistema operativo in versione 4.0, compresa la navigazione, l'uso di Google Play e Chrome. Le prestazioni dovrebbero essere più che adatte a questo genere di utilizzo, compresa la visualizzazione di filmati da YouTube. Ma a parte questo? La novità riguarda il fatto che la console viene venduta con preinstallata una nutrita serie di emulatori per NES, Master System, Nintendo 64 e molti altri. L'intenzione è chiara: realizzare un tablet pensato per l'emulazione dandogli la forma di una moderna console portatile, anche se ai limiti del plagio.

Messe a confronto le immagini via Twitter, la risposta del Presidente degli Studios di Sony è stata semplicemente: "WoW".

Disponibile già ora da tutti i migliori rivenditori di materiale a basso costo, il Droid X360 costa 115 dollari consegnato, quindi circa 95 Euro per il mercato europeo. Aspettando la più che certa causa legale di Sony, gli appassionati di retrogaming possono farci un pensierino? A voi l'ultima parola.

Traduzione a cura di Matteo "Elvin" Lorenzetti.

Sign in and unlock a world of features

Get access to commenting, newsletters, and more!

Related topics
A proposito dell'autore
Avatar di Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.
Commenti