Skip to main content

Indiegamer #59 - articolo

Towerfall Ascension, The Girl and the Robot, Cuphead e qualche aggiornamento.

Towerfall Ascension (Matt Makes Games)

Articoli di elogio, tweet entusiasti, e chi lo ha provato lo descrive come uno dei giochi in multiplayer locale più divertenti degli ultimi anni, capace di scatenare lotte all'ultimo sangue come non accadeva dai tempi di Micromachine V3. Come mai allora Towerfall Ascension non è finito in tutte le top ten di fine anno?

Perché è uscito solamente su Ouya, la piccola console Android che, nonostante il grande successo su Kickstarter, non è stata altrettanto fortunata sul mercato. Towerfall Ascension era forse la sua unica vera killer application ma è rimasto comunque relegato fra una ristretta cerchia di utenti.

Per questo motivo i Matt Makes Games, una volta finito il periodo di esclusiva, hanno deciso di portare la loro creatura anche su PC, dove potrà avere di sicuro maggiore diffusione. Inoltre Sony, sempre molto attenta al mercato indie, è riuscita ad ottenere l'esclusiva in ambito console per la sua PS4. Tanto interesse ha spinto gli sviluppatori a non realizzare un semplice porting ma una versione ampliata e migliorata, che verrà pubblicata con il nome Towerfall Ascension.

Le arene sono a schema fisso e questo rende le partite ancora più frenetiche.

L'idea di base è tutto sommato semplice e direttamente ispirata a Super Smash Bros., con una schermata fissa dove si muovono i personaggi, fino a un massimo di quattro giocatori, tutti armati di arco e frecce che cercano di farsi fuori l'un l'altro.

Le frecce a disposizione sono in quantità limitata e, una volta terminate, si dovrà ricorrere a quelle rimaste sul campo andate fuori bersaglio o recuperandole dai corpi caduti in battaglia, mentre i più abili potranno addirittura prenderle al volo e rilanciarle immediatamente contro l'avversario.Di tanto in tanto sul campo compariranno dei tesori che possono contenere power-up di vario genere, da frecce speciali a scudi protettivi, ali magiche e quant'altro.

Anche se il multiplayer resta il piatto forte di Towerfall Ascension, è presente anche una modalità single player, in cui il giocatore deve colpire dei bersagli entro un tempo limite, modalità questa che dovrebbe essere migliorata ed espansa nella prossima versione Ascension, a cui si affiancheranno anche una serie di quest da giocare in cooperativa. L'uscita non è ancora stata fissata in maniera definitiva ma si parla in maniera generica dei primi mesi del 2014.

Guarda su YouTube

The Girl and the Robot (Flying Carpets Games)

The Girl and the Robot prende ispirazione dal classico ICO per PS2 e lo cuce insieme a idee tratte da Legend of Zelda: Ocarina of Time, in una favola che si rifà al "sense of wonder" tipico dei film animati dello Studio Ghibli.

Tutto si svolge in un gigantesco castello dominato da una malvagia regina, in cui è imprigionata la ragazzina del titolo. Un giorno, però, la bimba riesce a fuggire dalla cella in cui è rinchiusa e s'imbatte in un cavaliere robot mal funzionante, lo aiuta e insieme cercheranno di scappare dal castello.

Fulcro della giocabilità sarà la possibilità di passare in ogni momento da un personaggio all'altro in modo da sfruttarne le peculiarità e superare così gli ostacoli: la piccola è abile nell'attraversare i passaggi più stretti e arrampicarsi sulle pareti, mentre il robot può muovere oggetti pesanti e lottare contro i nemici.

Una forte componente esplorativa e i puzzle saranno quindi alla base del gameplay, ma non per questo il combattimento verrà lasciato in secondo piano e gli sviluppatori assicurano una buona varietà anche da questo punto di vista, con avversari dotati di diverse personalità. La parte fiabesca della produzione è rappresentata attraverso un level design curato e uno stile grafico che vuole ricordare le illustrazioni ad acquerello dei vecchi libri di favole, accompagnando il tutto da una colonna sonora fortemente ispirata dai lavori Nobuo Uematsu per la serie Final Fantasy.

L'uscita, prevista al momento su PC e Wii U, è ancora lontana: si parla del dicembre di quest'anno ma è una data indicativa e potrebbe volerci più tempo. I lavori, comunque, dovrebbero procedere bene grazie al buon successo ottenuto su Kickstarter, dove sono stati raccolti più del doppio dei pur non eccessivi 15.000 dollari canadesi richiesti. Chi volessi contribuire allo sviluppo, inoltre, può pre-ordinare il titolo direttamente dal sito ufficiale, che si appuggia all'Humble Store, ottenendo così l'accesso immediato alla versione

Cuphead (Studio MDHR)

Dopo tanti giochi d'azione bidimensionali che si rifanno esteticamente ai titoli dell'era a 8 e 16-bit, ecco un titolo che si distingue con un tocco di originalità. L'estetica di Cuphead è direttamente ispirata ai cartoon americani degli anni '30, sia nello stile dei personaggi che nelle loro animazioni, e anche la musica, a giudicare dai primi trailer, sarà influenzata da quegli anni.

Non si può dire che Cuphead non abbia uno stile originale.

I punti di riferimento per il gameplay invece sono più recenti, pur facendo parte di un'epoca ormai passata. Con Cuphead gli Studio MDHR intendono realizzare un platform run & gun sull'impronta di titoli come Gunstar Heroes, Contra III o la serie Megaman X, inframezzato da sezioni shoot 'em up ispirate a Thunderforce 3, Ikaruga o il più recente Jamestown.

L'idea è costruire un titolo con un'ampia mappa di gioco tutta da esplorare e ricca di zone segrete, power up e miglioramenti che diano alla buffa tazzina animata protagonista, maggiore potenza e nuove abilità. Il bilanciamento del gameplay si focalizza soprattutto sui pattern d'attacco dei nemici, sviluppati in modo da variare spesso e mantenere sempre alta l'attenzione del giocatore, piuttosto che spingerlo ad imparare a memoria i movimenti e reagire in maniera meccanica.

Ogni boss, inoltre, aggiungerà azioni e attacchi a seconda del livello di difficoltà scelto, così da modificare in maniera tangibile la sfida. L'uscita è indicata con un generico 2014 ed è prevista per prima cosa su PC Windows, con le versioni Mac e Linux pianificate in un momento successivo, con la speranza di giungere anche su PS4 e Xbox One.

Guarda su YouTube

Aggiornamenti

Interference: il puzzle-platformer cyberpunk di Sinok426 ha superato la prova di Greenlight e arriverà su Steam non appena sarà pronto, intorno al settembre di quest'anno, sempre su PC, Mac e molto probabilmente Linux.

Consortium: l'originale mix di FPS e gioco di ruolo proposto da Interdimensional Games ha concluso con successo la sua campagna su Kickstarter ed è arrivato a conclusione del suo sviluppo, sbarcando su Steam dove è da poco disponibile al prezzo di €18,99, cui si aggiunge il 10% di sconto ancora per qualche giorno.

Battle Worlds - Kronos: anche allo strategico a turni di King Art Games è andata bene. Su Kickstarter sono stati raccolti oltre il doppio dei $120.000 indicati come obiettivo, il che ha portato gli sviluppatori a completare il gioco nei tempi previsti e a pubblicarlo su Steam, dov'è disponibile a €29,99. Chi volesse prima dargli un'occhiata può scaricare la versione demo, disponibile anch'essa nello store di Valve.