Super Smash Bros. Ultimate - prova

Enciclopicchiaduro.

Super Smash Bros. Ultimate è con molta probabilità l'ultimo grande gioco in uscita nel 2018. Fenomeno di massa negli USA, il picchiaduro di Sakurai si appresta ad arrivare in Italia su Nintendo Switch il prossimo 7 dicembre.

74 personaggi provenienti da alcune delle più celebri serie di Nintendo, SEGA, Square Enix, Capcom, Konami e Bandai Namco si scontrano in più di cento arene a tema, accompagnati da una pletora di altri personaggi minori, oggetti e amenità varie prese di peso da un numero ancora maggiore di licenze.

Ryo che combatte Sonic, Link che colpisce Pac-Man con il famigerato guscio blu di Mario Kart. Più che un picchiaduro, Super Smash Bros. Ultimate è una folle enciclopedia del videogioco giapponese confezionata all'interno di un picchiaduro frenetico e spettacolare.

Un prodotto in grado di essere adatto a praticamente tutti i palati, da chi ama premere i tasti a caso ai giocatori di fighting game competitivi, in grado di vedere tra le tante esplosioni, gli effetti speciali e gli stage in movimento lo schema di un gioco sì accessibile, ma estremamente profondo e persino bilanciato. Queste molteplici anime rendono Super Smash Bros. Ultimate un prodotto molto più complesso di come l'apparenza indicherebbe, ricco di contenuti, ognuno pensato per un tipo di giocatore diverso.

Oltre alla Mischia, ovvero la modalità nella quale sfidare liberamente altri sette amici con regole assolutamente personalizzabili, il gioco arriva nei negozi con altri tre modi di intendere Smash Bros., tutti pensati per dare ai giocatori la possibilità di sbloccare l'enorme quantitativo di contenuti stipati nel gioco.

La parte del leone la recita sicuramente la Storia: La Stella della speranza, una sorta di gioco di ruolo a tema Smash Bros. Si tratta della modalità accennata in uno dei recenti Direct dedicati al gioco. In seguito ad un misterioso cataclisma tutti i principali personaggi dei videogiochi sono stati trasformati dal temibile Kiaran e dalla Master Hand in pericolosi cloni dagli occhi rossi.

Toccherà quindi a Kirby, l'unico eroe che è riuscito a sfuggire a questo terribile destino, cercare di salvare tutti i suoi amici. Il viaggio che dovrà affrontare sarà lungo e non privo di pericoli e lo costringerà ad affrontare una lunga serie di prove. Un percorso che lo farà combattere contro amici e nemici, ma durante il quale potrà anche radunare un corposo numero di alleati.

super_smash_bros_ultimate_modalit___avventura
Riuscirà Kirby a salvare tutti gli altri eroi del gioco?

Questi non saranno semplicemente nuovi lottatori da utilizzare al posto di Kirby, ma anche Spiriti che serviranno per modellare le abilità del nostro personaggio. In pieno stile GDR si potrà equipaggiare uno Spirito di supporto che modificherà l'affinità del nostro lottatore e il numero di Spiriti che quest'ultimo può supportare. In stile Fire Emblem, Super Smash Bros. Ultimate ha un sistema a triangolo (attacco, difesa, presa) che definisce i rapporti di forza tra i personaggi. Equipaggiando un supporto con un vantaggio sull'avversario, si partirà per l'incontro con il piede giusto. Come se questo non bastasse, si possono aggiungere fino ad un massimo di altri tre spiriti che donano ulteriori bonus al nostro guerriero.

Potremo decidere come importare il tutto in base al nostro stile di gioco o semplicemente in base a un'affinità col personaggio abbinabile. In alternativa potremo lasciare al computer scegliere gli spiriti più adatti tra quelli a disposizione in base alle caratteristiche del nemico. Al termine dell'incontro sia il lottatore che gli spiriti guadagneranno dei punti esperienza che miglioreranno ulteriormente le loro abilità.

In questo modo potremo avanzare lungo una mappa isometrica che ricorda quella dei classici JRPG degli anni '90. Ogni punto presente corrisponde ad un combattimento o a una sfida particolare. Non dovremo affrontare una serie di semplici 1 contro 1, ma talvolta l'avversario sarà gigante, mentre altre volte ci saranno tantissimi oggetti sullo stage e così via.

super_smash_bros_ultimate_personaggi
Il numero di personaggi presenti è enorme e spazia da Nintendo ad alcuni dei suoi più celebri partner come SEGA, Konami e Square Enix.

Il percorso da seguire non è lineare e ci troveremo spesso di fronte ad un bivio. In questo caso dovremo scegliere da che parte andare, modificando in questo modo leggermente la progressione, dato che sbloccheremo prima alcuni lottatori e alcune abilità al posto di altri.

Come completare, quindi, l'enorme collezione di spiriti del gioco? Come dicevamo, infatti, questi non sono anonimi avatar ma personaggi ispirati ai principali protagonisti dei videogiochi di Capcom, Nintendo, Konami, Sega, Square Enix, Ubisoft e Bandai Namco, che non hanno trovato spazio tra i lottatori ufficiale. Ci sono quindi versioni toon di Link e Zelda, personaggi di Animal Crossing, ma anche di Castlevania o Resident Evil. Se non abbiamo visto male c'è anche Rabbids Mario di Ubisoft Milano tra tutti questi personaggi. Immaginiamo, quindi, che coloro che hanno la fregola di completare tutto vorranno fare incetta di tutti i loro eroi preferiti.

Per far ciò Bandai Namco e Nintendo hanno pensato al Tabellone degli Spiriti. In altre parole si tratta di una serie di eventi a tempo che daranno modo di sbloccare il personaggio desiderato. Questi saranno diversi sia per regole, sia per difficoltà dello scontro. Una volta battuto lo spirito occorrerà poi sbloccarlo con un semplice minigioco. Nel caso in cui non ce la facessimo a sbloccarlo o arrivassimo tardi per la comparsa di un determinato Spirito, dovremo aspettare la successiva rotazione.

super_smash_bros_ultimate_party
Super Smash Bros. Ultimate riesce ad essere sia estremamente accessibile, sia incredibilmente tecnico.

L'ultima modalità che abbiamo avuto modo di provare da Nintendo è quella Classica. In altre parole si tratta di una serie di scontri di difficoltà variabile che porteranno all'inevitabile finale. Diciamo di difficoltà variabile perché la sconfitta non determinerà la fine della partita. La battaglia successiva, semplicemente, avrà un coefficiente di difficoltà più basso. In base ai risultati conseguiti e ai personaggi utilizzati si otterranno premi differenti.

Pad alla mano Super Smash Bros. Ultimate è sempre divertente e spettacolare. I controlli sono semplici ed intuitivi, ma solo i giocatori più bravi saranno in grado di sbrogliarsela tra colpi caricati, oggetti e personaggi supporto. In questa versione del gioco debutta anche il colpo Smash Finale che può essere sfoderato o prendendo la Palla Smash o caricando una speciale barra.

Il feeling, comunque, è quello classico. Questa sensazione viene corroborata dall'utilizzo dei pad del GameCube per giocare. Grazie a degli speciali adattatori USB, sarà possibile collegare questi magnifici controller dal sapore retrò e utilizzare il C-stick per far volare fuori dall'arena agli avversari.

super_smash_bros_ultimate_spiriti
Gli spiriti servono sia per definire l'affinità del lottatore, sia per donargli dei particolari bonus.

Graficamente il gioco è una festa di esplosioni, colori e oggetti in movimento. A volte non si capisce cosa sta accadendo a schermo, ma siamo certi che è comunque assolutamente fedele alla licenza originale. Il numero di citazioni, dettagli e chicche che faranno andare in un brodo di giuggiole i fan è enorme e con 103 stage, oltretutto mutabili tra di loro, siamo sicuri che ognuno troverà gli elementi preferiti all'interno di questa vera e propria enciclopedia interattiva.

Il prossimo 7 dicembre Switch riceverà l'ennesimo tripla A della sua eccellente line-up. La si può amare o odiare ma è impossibile non riconosce alla serie di Smash Bros. la sua vastità e originalità. Negli USA è già il capitolo più prenotato di sempre ma dubitiamo che anche dalle nostre parti passerà inosservato.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloGamescom 2019: Marvel's Avengers - prova

In occasione della Gamescom abbiamo potuto provare il titolo per la prima volta.

ArticoloGamescom 2019: Trials of Mana - prova

Certi eroi sembrano proprio non voler andare in pensione

ArticoloGamescom 2019: Blair Witch - prova

Il terrore torna vent'anni dopo.

Erica - recensione

Povera, piccola farfalla

Articoli correlati...

Destiny 2: Activision non limitava la libertà del team di sviluppo, secondo Bungie

David "Deej" Dague parla della separazione amichevole tra le due compagnie.

FIFA 20: ecco cosa mancherà nella versione Nintendo Switch

EA fa chiarezza sui contenuti della Legacy Edition.

ArticoloGamescom 2019: Blair Witch - prova

Il terrore torna vent'anni dopo.

Mortal Kombat 11: in molti non apprezzano il look di Joker

La nuova versione della nemesi di Batman non è stata accolta con entusiasmo da tutti.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza