A causa di una bega legale sul marchio Redfall, The Elder Scrolls VI potrebbe uscire dopo il 2021

Speriamo che la cosa si risolva il prima possibile.

Fin dall'annuncio di The Elder Scrolls VI, sapevamo tutti che il nuovo titolo della fortunata saga di RPG non sarebbe arrivato sul mercato tanto presto. Di recente è però emerso un leak riguardante una causa legale in corso tra ZeniMax Media e BookBreeze.com per il marchio Redfall, che potrebbe almeno darci un'idea circa il periodo di uscita del gioco.

Come riporta Gamesradar+, Redfall è il nome di una serie di libri a tema post-apocalittico scritti da Jay J. Falconer e pubblicati da BookBreeze.com, la causa nasce dal fatto che il pubblico potrebbe confondere il Redfall di Zenimax con quello di BookBreeze.com. Lo YouTuber Skullzi TV ha pubblicato un documento che indica come agosto 2020 la data di conclusione del processo, dunque è possibile che The Elder Scrolls VI potrebbe slittare anche oltre il 2021. In seguito la redazione di Gamesradar+ è stata contattata Jay J. Falconer, che ha fornito le seguenti informazioni:

"I miei avvocati hanno provato a contattare la compagnia (Zenimax) per lavorare ad un semplice accordo di licenza per l'uso del mio Redfall. Mi hanno ignorato ogni volta e non mi hanno lasciato scelta. Tutto questo si sarebbe potuto evitare."

Cosa ne pensate di questa situazione?

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

ArticoloEverspace 2 - prova

Il ritorno del Diablo interstellare.

ArticoloOutriders - prova

Alla volta di Enoch per scoprire un nuovo mondo e... noi stessi!

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza