Pokémon Spada e Scudo, Nintendo ha individuato il sito colpevole di aver condiviso leak sul gioco prima dell'uscita

Ora la societŕ sta per prendere seri provvedimenti.

Durante il periodo antecedente l'uscita di Pokémon Spada e Scudo, sul web erano comparsi i primi leak che comprendevano una serie di immagini estrapolate dal Pokédex, nuovi disegni di Pokémon esistenti e altro.

A febbraio Nintendo ha pubblicato una dichiarazione in cui spiega di aver trovato il colpevole di tali leak, ovvero un piccolo sito portoghese chiamato FNintendo, con cui la società ha chiuso tutti i legami. Ecco cosa dichiara Nintendo nel comunicato:

"All'inizio di novembre, Nintendo ha identificato una serie di screenshot tratti dal gioco Pokémon Spada e Pokémon Scudo che hanno rivelato numerosi Pokémon non ancora annunciati. Questi screenshot sono stati pubblicati online e Nintendo, insieme a The Pokémon Company, ha rapidamente identificato il responsabile di questi leak prendendo immediati provvedimenti. Questi screenshot sono stati divulgati da un redattore del sito web portoghese FNintendo, che aveva ricevuto una prima copia del gioco ai fini di recensione. Sia il redattore che FNintendo non sono riusciti a gestire il materiale riservato, violando l'accordo di riservatezza tra Nintendo e il media. Di conseguenza, Nintendo non lavorerà più con FNintendo. Nintendo proteggerà sempre la sua proprietà intellettuale e i suoi marchi. I leak non danneggiano solo Nintendo, ma i migliaia di dipendenti che lavorano duramente per portare i giochi sul mercato e i milioni di fan in tutto il mondo che attendono notizie e sorprese. Sorprendere e deliziare i giocatori attraverso nuove esperienze è una passione condivisa per Nintendo e The Pokémon Company. Perseguiremo tutte le strade per preservare le sorprese per i giocatori dei futuri titoli Pokémon".

po

Anche FNintendo ha pubblicato una dichiarazione in cui si scusa per la condotta:

"All'inizio di novembre, una serie di screenshot rivelavano diversi nuovi Pokémon mai annunciati di Pokémon Spada e Pokémon Scudo. Cogliamo l'occasione per ammettere apertamente che FNintendo è responsabile del leak di alcuni di questi screenshot. Nintendo ci ha offerto una copia del gioco per realizzare una recensione, con chiare linee guida sull'embargo, che abbiamo accettato. Questa copia è stata quindi inviata a uno dei nostri redattori, responsabile di aver divulgato le informazioni. A seguito dell'indagine, FNintendo ha interrotto le sue relazioni con questo recensore. La nostra relazione con Nintendo Portogallo risale a 15 anni fa, ma la nostra responsabilità in questi leak sono una chiara violazione dell'accordo di riservatezza tra le due parti e, di conseguenza, una totale violazione della fiducia con Nintendo. Riconosciamo che è inammissibile infrangere gli NDA con le linee guida sull'embargo e che non siamo riusciti a gestire i materiali da recensire con sufficiente cura. Rispettiamo pienamente la decisione di Nintendo di annullare l'accordo di riservatezza tra le nostre società a seguito di questa violazione di fiducia e accettiamo il fatto che di non ricevere più prodotti da Nintendo, né saremo invitati a partecipare ai loro eventi. Vogliamo scusarci con Nintendo e The Pokémon Company e con i nostri lettori per averli delusi".

Non è la prima volta che Nintendo difende i propri marchi: recentemente la società ha vinto la causa contro una ditta di Go Kart che aveva utilizzato impropriamente il marchio di Mario Kart.

Fonte: Eurogamer.net

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza