Demon's Souls - Guida Completa • Pagina 13

La soluzione completa di Demon's Souls si aggiorna per PS5.

Cripta delle Tempeste 1

Questo livello è situato su un'isola piena di vecchie rovine. La maggior parte dei vostri nemici saranno scheletri, mentre in cielo ci saranno delle strane creature simili a mante. Gli attacchi che subirete saranno per lo più fisici e magici, niente veleno o fuoco.

Gli scheletri sono quasi del tutti immuni alle armi da perforazione, molto meglio usare un'arma basata sull'impatto, come un martello o una mazza. Anche il fuoco può far loro un po' male, ma non hanno alcuna debolezza particolare alla magia o al veleno.

Indossate un'armatura che vi protegga contro i danni magici, visto che molti scheletri hanno archi con frecce incantate. Portate con voi anche uno scudo e attenti a quegli scheletri che possono rompervi la difesa con un attacco potente: li si nota perché partono caricando il colpo sopra la testa e fortunatamente sono molto lenti e facili da schivare con una capriola.

Ci sono molti spazi stretti pieni di trappole a pressione che faranno partire una salva di frecce al vostro passaggio, meglio attraversarli con lo scudo alzato.

Iniziate il livello occupandovi dei vari gruppi di scheletri. Quando vi trovate di fronte a una coppia arciere + soldato, affrontate prima quest'ultimo, che altrimenti potrebbe rompervi la guardia e farvi infilzare dall'arciere. Se siete fortunati potrete anche trovare l'Arco Santo tra i resti di uno dei vostri nemici.

Dopo esservi occupati dei primi arcieri, verrete attaccati dal boss che avete già visto alla fine del tutorial. Fortunatamente questa volta lo scontro andrà diversamente, almeno si spera. Visto che è molto più lento di voi, vi basterà restare alle sue spalle, colpendolo con la vostra arma migliore. State attenti solo alle possibili mante volanti che potrebbero sorvolare la zona: se le vedete occupatevi prima di tutto di loro.

Dopo il boss c'è una zona con le trappole a pressione di cui vi ho parlato prima: avanzate con lo scudo alzato. Proseguendo verrete attaccati dallo Scheletro Samurai, probabilmente il nemico scheletrico più forte del livello. Lo scudo è totalmente inutile, data la potenza dei suoi colpi, meglio usare un'arma a due mani e fare affidamento sulle schivate. Quando lo avrete ucciso troverete un Falcione Crescente +1 con ottimi danni magici e rigenerazione dei punti magia, decisamente un'arma da avere.

Proseguite recuperando la Chiave di bronzo con cui, più avanti, libererete Bilge, quindi avanzate ancora con lo scudo alto per ripararvi dalle trappole.

Salendo le scale a destra raggiungete la zona più alta del livello e troverete Crow, una specie di corvo parlante che ricopre le funzioni di mercante nella zona. Il suo modo di fare affari si basa sul baratto: dandogli un oggetto (di solito pietre) ne otterrete un altro (di solito erbe curative). Se non avete ancora scambiato l'Ornamento di giada con Thomas, potrete darlo a lui per ottenere l'Anello Rigeneratore, che vi renderà quattro punti ferita al secondo quando lo indossate.

Scendete per incontrare Blige, un buon mercante di oggetti di base. Liberatelo dalla sua cella utilizzando la Chiave di bronzo e continuate ad avanzare facendo attenzione a un terzo gruppo di trappole a pressione.

Entrate nell'ultima sala ed eliminate la manta e lo scheletro dorato. Adesso non buttatevi subito a capofitto nello scontro col boss ma prendetevi un po' di tempo per esplorare tutto lo scenario. Lungo la scalinata, su una trave, troverete l'Anello del Tombarolo, un oggetto fondamentale per chi decide di giocare con una Tendenza al Nero, visto che è in grado di nascondervi per un po' ai Fantasmi Neri.

Il boss di questa sezione è l'Arbitro, un ciccione umanoide dotato di una lingua lunghissima. State attenti perché appena entrerete nella sua zona farà crollare il pavimento: per evitare di cadere, quindi, camminate rasenti alle pareti. Se decidete di eliminarlo dalla distanza, non scendete mai al livello inferiore e mirate al volatile che tiene sulla testa per massimizzare i danni.

Se invece scendete in basso, e decidete di utilizzare un approccio corpo a corpo, equipaggiate un'arma a due mani. Lo scudo è inutile perché i suoi attacchi sono facilmente schivabili: cercate di colpire la mannaia sul lato sinistro del ventre, dopo qualche colpo comincerà a sanguinare e l'Arbitro cadrà a terra. Adesso che l'uccello che ha in testa è facilmente raggiungibile, colpitelo per fargli veramente tanto male, e ripetete questo procedimento finché il mostro non muore ricompensandovi con la meritata anima.

Vai ai commenti (34)

Riguardo l'autore

Lorenzo Mancosu

Lorenzo Mancosu

Redattore

Cresciuto a pane, cultura nerd e videogiochi, i suoi primi ricordi d'infanzia sono tutti legati al Super Nintendo. Dopo aver lavorato dentro e fuori dall'industry, è finalmente riuscito ad allontanarsi dalle scartoffie legali e mettere la sua penna al servizio di Eurogamer.it.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (34)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza