Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

La guida del Digital Foundry per ottenere il meglio da Steam Deck in modalità docked

La nuova portatile di Valve è compatibile con un televisore 4K?

Lo Steam Deck di Valve è un'eccellente macchina portatile per il gioco a 720p, che racchiude le prestazioni di una console di ultima generazione in un guscio compatto. Ma possiamo spingere il sistema oltre? Con un display a 4K come obiettivo di output, vogliamo trascinare il Deck il più possibile verso il gioco 'casalingo' in versione docked. Può sembrare assurdo ma le nuove tecniche di ricostruzione di seconda generazione (FSR 2.0 e TSR) sono appena arrivate in commercio e offrono un enorme guadagno in termini di prestazioni per il rendering ad alta risoluzione. Inoltre, esiste un'ampia libreria di contenuti più vecchi e meno impegnativi dal punto di vista tecnico che lo Steam Deck può essere in grado di accelerare ad alte risoluzioni solo grazie alle sue prestazioni grezze. È quindi possibile ottenere una buona esperienza in modalità docked con Steam Deck su un moderno display 4K o le esigenze di gioco in alta risoluzione sono troppo elevate per l'APU AMD a basso consumo e bassa larghezza di banda che lo anima?

Sebbene sia possibile scalare i 720p per riempire uno schermo 4K, i risultati spesso non sono lusinghieri. I giochi a questa risoluzione tendono ad apparire sfocati e poco definiti, e la tecnologia di ridimensionamento per preservare la nitidezza è assente su molti televisori. I contenuti a 1080p o superiori hanno una resa migliore, quindi è a questa risoluzione a cui ci rivolgeremo: come minimo, circa il doppio dei pixel del display interno di Steam Deck. Un vero 4K nativo è fuori discussione, tranne che per i titoli più semplici, ma dovremmo essere in grado di spingere la qualità dell'immagine un po' più in là.

Questo video illustra in modo più dettagliato i trionfi (e le difficoltà) dell'utilizzo di Steam Deck con un televisore 4K.

Per prima cosa, analizzeremo alcuni giochi più vecchi e meno impegnativi: i titoli delle console di settima generazione sono spesso adatti grazie alle prestazioni ridotte e al solido supporto del gamepad. Half-Life 2 è un buon esempio: gira a 4K 60fps a impostazioni massime senza MSAA. Allo stesso modo, Deus Ex: Human Revolution raggiunge i 1440p60 a impostazioni medie, dove la qualità dell'immagine è ragionevole e le prestazioni sono solide (ma si può anche andare a risoluzione 4K e 30fps se si preferisce). Valkryia Chronicles e Dishonored hanno entrambi prestazioni simili a 1440p con impostazioni predefinite, anche se i cali di framerate potrebbero indurvi a optare per i 1080p per un migliore blocco dei 60fps. Entrambi i titoli, tuttavia, reggono benissimo e si confrontano addirittura con le loro versioni per console di ottava generazione: una grande vittoria per il Deck. Altri giochi di annata simile vanno invece peggio, come Alan Wake, che richiede 900p per raggiungere i 60fps, e Mass Effect Legendary Edition, che probabilmente è meglio giocare sul Deck a 1080p30: alla pari con PS4 e Xbox One, ma non ideale per un televisore 4K.

comparison of 1080p scaled to 4K TV and native 4K
comparison of 720p scaled to 4K TV and native 4K
Il problema è proprio questo: il formato 1080p viene bene se scalato su un televisore 4K, mentre il 720p lo è molto meno.

Steam Deck offre strumenti per spingere la qualità dell'immagine un po' più in là su un set 4K, in particolare lo scaling FSR 1.0 di AMD che produce un piccolo ma evidente miglioramento dei dettagli rispetto all'upscaling bilineare senza introdurre un aliasing eccessivo. Anche i giochi moderni per console che utilizzano AAA hanno buone prestazioni: lo Steam Deck è generalmente in grado di operare a 900p30 con le impostazioni grafiche predefinite. Questo include Horizon: Zero Dawn, Tales of Arise e Grid Legends, anche se alcuni giochi, come Dirt 5, sono un po' più pesanti e quindi la soglia dei 720p a 30fps è un obiettivo più adatto. La qualità dell'immagine, prevedibilmente, non è eccellente su Steam Deck con questo tipo di giochi, con la maggior parte dei titoli che presentano una risoluzione simile a quella delle versioni per Xbox One. L'FSR 1.0 può aiutare in qualche modo e in genere ha un'interazione più gradevole con le tecniche di tipo TAA rispetto al vecchio AA basato sul post-processing, ma non può fare molto in questo caso. Un caso interessante è quello di Final Fantasy 7 Remake, uscito qualche settimana fa, che gira su Steam Deck con meno stuttering di compilazione rispetto a quanto visto su PC Windows.

Half-Life 2 gira bene su Steam Deck a 4K, scendendo sotto i 60fps solo quando gli effetti alfa riempiono lo schermo.

Infine, e forse l'aspetto più interessante, abbiamo i giochi che utilizzano tecniche ricostruttive di seconda generazione che utilizzano un upsampling temporale aggressivo per produrre un maggiore dettaglio dell'immagine, ovvero il TSR di Unreal e l'FSR 2.0 di AMD. God of War ha un'implementazione della nuova tecnologia di upsampling di AMD, ma i risultati sono un po' contrastanti. La qualità dell'immagine nelle aree statiche o in lento movimento dello schermo è buona e appare simile a quella di 1080p, nonostante il rendering con meno della metà dei pixel interni. Il rovescio della medaglia è che l'immagine è ricoperta da artefatti di disocclusione che si presentano quando Kratos non oscura più un elemento dello schermo o si muove rapidamente, mentre gli artefatti compaiono anche nei capelli e negli effetti particellari. I 1080p a 30fps sono quasi fattibili con FSR 2.0 in modalità bilanciata, ma alla fine abbiamo preferito la presentazione più pulita ad una risoluzione inferiore.

Ghostwire: Tokyo è il primo gioco ad essere distribuito con la tecnologia di upsampling Temporal Super Resolution di Epic ma richiede alcuni compromessi piuttosto importanti in termini di risoluzione e impostazioni per funzionare bene sul Deck: una risoluzione in uscita di 1600x900 con la modalità prestazioni TSR per una risoluzione interna di 800x450, con impostazioni grafiche basse altrove. Il lato positivo è che la ricostruzione di Ghostwire funziona molto meglio di quella di God of War. Gli artefatti sono ridotti al minimo in movimento, nonostante la risoluzione interna estremamente bassa, senza gli stessi artefatti di disocclusione presenti con FSR 2.0. Anche le riprese statiche si risolvono con una qualità d'immagine vicina alla risoluzione nativa, nonostante la ricostruzione da una base di un quarto di risoluzione. Non è perfetto dal punto di vista visivo ma questa tecnologia è una vera e propria rivoluzione sotto il profilo delle prestazioni, che consente un enorme miglioramento del framerate rispetto al rendering nativo.

Quindi, almeno in questi titoli, i risultati sono piuttosto contrastanti. La ricostruzione FSR 2.0 di God of War non è abbastanza buona per offrire un'immagine a 1080p convincente, mentre Ghostwire è troppo esigente per permetterci di puntare a un'uscita a 1080p, anche se la sua ricostruzione è molto buona. Ci sarebbe piaciuto mostrare anche Deathloop ma questo titolo ha problemi di stabilità di lunga data sul Deck di Steam e attualmente non riesce a caricarsi oltre la schermata del titolo.

4k adapters for steam deck
Solo uno degli adattatori USB-C in nostro possesso supporta un'uscita 4K a 60Hz.

Durante la prova di Steam Deck in modalità docked, sono emersi diversi problemi tecnici che hanno davvero smorzato l'esperienza, anche se il Deck stesso è abbastanza potente da garantire una buona esperienza docked in molti titoli. Per abilitare il 4K60 è necessario un adattatore USB-C compatibile con HDMI 2.0, poiché i più comuni adattatori HDMI 1.4 bloccano il sistema a un'uscita a 30Hz anche a risoluzioni inferiori. Esistono delle soluzioni per risolvere questo problema, entrando in modalità desktop e modificando manualmente le impostazioni di visualizzazione ma si tratta di un problema piuttosto fastidioso che dovrebbe essere risolvibile all'interno dell'interfaccia principale di SteamOS.

Anche le funzioni del gamepad non sono ben supportate. La vibrazione non funziona come previsto sui gamepad esterni, spesso persistendo per molti secondi o non attivandosi affatto. L'input di testo è difficile da gestire, poiché molti giochi richiedono all'utente una tastiera software che non è adatta ai gamepad. Inoltre, alcuni giochi apparentemente compatibili con i controller richiedono l'uso del mouse per navigare nei menu di configurazione, il che in genere significa toccare alla cieca il touchscreen di Steam Deck quando il gioco è in funzione.

Tuttavia, gli aggiornamenti per favorire il gioco in docked arrivano regolarmente. Ad esempio, inizialmente non era possibile eseguire giochi nella modalità gaming di SteamOS a risoluzioni superiori a 1280 x 800, anche se collegati a uno schermo da 1080p o 4K. Dopo l'aggiornamento di giugno, tuttavia, è ora possibile impostare la risoluzione del display su qualsiasi valore compreso tra 640x400 e 4K, anche se questo vale sia per il gioco portatile che per quello in docked e può essere necessario cambiare per ogni titolo, come abbiamo dovuto fare per i nostri test.

Abbiamo dovuto impostare manualmente una forbice di risoluzione più alta in SteamOS per far funzionare i giochi a più di 800p.

Dunque, Steam Deck è in grado di offrire una buona esperienza di gioco in docked? Al momento, il gioco in dock su Steam Deck lascia molto a desiderare ma non per i motivi che si potrebbero pensare. I titoli più vecchi e i giochi meno intensi riescono a scalare bene su un display 4K e, mentre i titoli moderni non se la cavano altrettanto bene richiedendo in genere risoluzioni inferiori ai 1080p, FSR 2.0 e TSR mostrano una certa promessa nello spremere una qualità d'immagine decente dai titoli più avanzati. Abbiamo ancora a che fare con un sistema con prestazioni della GPU all'incirca in linea con quelle di una console di base di scorsa generazione ma la flessibilità di Steam Deck ci permette di regolare e mettere a punto il sistema per ottenere la migliore resa possibile. Comodità come le opzioni di output scaling a livello di sistema e la limitazione del framerate sono davvero utili, anche per i software che non girano particolarmente bene su questo hardware.

A nostro avviso, i problemi tecnici di SteamOS nel gioco in docked sono il vero problema. Il sistema operativo è spesso poco reattivo, i giochi possono essere laggosi, il supporto del gamepad è mediocre e ci sono una serie di problemi di configurazione che devono essere risolti. Una console tradizionale, o anche un PC Windows decente con la modalità Big Picture di Steam, offrono un'esperienza migliore per il gioco su TV. Si spera che questi problemi possano essere risolti, ma per il momento Steam Deck è molto meglio come sistema esclusivamente portatile.

Commenti