Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

iPad Air 2 vs Google Nexus 9: analisi delle specifiche

La nuova generazione della tecnologia tablet.

Apple ha svelato la scorsa settimana la sua nuova lineup di tablet iPad Air, dotata di un guscio ancora più sottile, login TouchID e nuovo processore A8X a 20 nm. Benchmark e specifiche sono ancora rari, ma Apple promette un incremento del 40% nella potenza di calcolo della CPU e di 2,5 volte in quella grafica: una combinazione potente. 24 ore prima, Google ha mostrato il suo nuovo tablet Nexus 9, costruito attorno a un nuovo processore Tegra K1 a 64-bit. Apple ha tradizionalmente dominato la guerra delle specifiche in ambito mobile, ma questa volta si trova di fronte la sua sfida più dura.

Il Nexus 9 non è ancora disponibile, ma sappiamo molto delle capacità del nuovo tablet di Google grazie alla nostra conoscenza pregressa della formidabile componente GPU del Tegra K1 e ad alcuni benchmark preliminari della CPU. Abbiamo invece ricevuto un iPad Air 2 su cui abbiamo potuto eseguire dei benchmark iniziali per farci un'idea della potenza del nuovo processore A8X di Apple. La prima grossa sorpresa è che l'A8X è un tri-core, con ciascuno dei core custom Cyclone che opera a 1.5GHz.

Più importanti di specifiche e benchmark sono le possibilità che queste nuove tecnologie offrono agli sviluppatori di videogiochi. I lettori assidui del Digital Foundry già sapranno che la componente GPU del Tegra K1 porta il mobile gaming molto vicino agli standard dell'hardware grafico di Xbox 360 e PlayStation 3. I benchmark iniziali indicano potenzialità simili da parte della GPU dell'iPad Air 2.

Visto che la potenza del Tegra K1 è nota, l'incognita del nuovo chip a 64-bit è la CPU. La versione a 32-bit in commercio utilizza una configurazione quad-core dell'ARM Cortex A15, insieme a un quinto core sfruttato per operazioni a bassa potenza. Il cosiddetto core 'Denver' è in realtà una nuova architettura sviluppata da Nvidia che, a quanto si dice, traduce il codice ARM nel suo linguaggio nativo in tempo reale, immagazzinandolo in cache di grandi dimensioni con il risultato di prestazioni eccezionali.

Cover image for YouTube videoTrine 2: Shield Tablet Tegra K1 vs Xbox 360 vs PS3 Comparison
L'hardware c'è: ora dipende tutto dal software. Come potete vedere dal video che mostra Trine 2 sul Tegra K1 confrontato con le versioni Xbox 360 e PS3, la tecnologia mobile è capace di far girare giochi secondo gli standard delle console last-gen.

È un chip a 64-bit che segue la filosofia di Apple di fornire un numero di IPC (istruzioni per clock) eccezionale concentrando più potenza in meno core, in contrapposizione con le configurazioni a quattro e anche otto core che dominano l'ecosistema Android di fascia alta. Android si è dimostrato capace anche con processori dual-core (come nel caso del Moto X), e le speranze che l'enfasi sull'IPC ripaghi con l'architettura Denver sono alte. È interessante notare che Half-life 2 su Tegra K1 soffra ancora di cali di frame-rate comparabili a quelli che si verificano su Tegra 4: sospettiamo che si tratti di un esempio in cui il concentrarsi maggiormente sulle prestazioni single-core risulti in un gameplay significativamente migliore..

I benchmark disponibili sono allettanti. I punteggi di GeekBench 3 per il Nexus 9 con tecnologia Denver possono essere confrontati direttamente con l'ARM Cortex-A15 quad-core che si trova nel Tegra K1 a 32-bit. Vediamo una modesta riduzione di circa il 5% nella performance multi-core, ma l'incremento single-core è enorme, superiore di un buon 68%. Il core Denver supera anche in potenza la CPU del processore A8 di iPhone 6 e 6 Plus, ed è anche appena superiore a quella single-core dell'A8X (anche se la configurazione tri-core di quest'ultimo supera Denver nei benchmark multi-core).

È interessante notare come i punteggi 3DMark CPU dell'iPad Air 2 siano molto, molto bassi. L'architettura Cyclone di Apple è ottima per alcuni compiti ma inefficace per altri, come spiegato in precedenza da Futuremark. Siamo curiosi di scoprire se la tecnologia Denver di Nvidia abbia simili limiti, ma mentre i punteggi di GeekBench 3 indicano che l'A8X possa essere più veloce dell'architettura Intel Core utilizzata nella versione 2011 del MacBook Air, la realtà dei fatti potrebbe essere molto diversa.

Shield Tablet (32-bit) Nexus 9 (64-bit) iPad Air 2 MS Surface Pro 2 Razer Edge
Geekbench Single-Core 1123 1913 1819 2504 2440
Geekbench Multi-Core 3479 3252 4510 4762 4994
3DMark Graphics 35433 ? 31771 47841 56247
3DMark Physics 20250 ? 10371 30343 33704
3DMark IceStorm Unlimited 30372 ? 21776 42324 48968
GFXBench T-Rex 64.4FPS ? 70.5FPS 63.0FPS 96.0FPS
GFXBench Manhattan 31.0FPS ? 32.6FPS - -

Anche se la filosofia di meno core CPU più veloci alla base di Tegra K1 a 64bit e A8X è simile, l'esecuzione è molto diversa. L'approccio di Nvidia punta alla velocità di calcolo, con una velocità di clock di 2.5GHz del core Denver. La CPU A8X gira a velocità relativamente modeste, per la precisione 1.5GHz. L'approccio di Apple è di dedicare fisicamente più transistor alla CPU piuttosto che aumentare la velocità del core.

Ciò ci porta a una differenza tecnologica cruciale tra i processori di Nexus 9 e Ipad Air 2, il processo produttivo. Sospettiamo che entrambi i chip siano costruiti dalla stessa compagnia, TMSC, ma il Tegra K1 è un chip a 28nm e l'A8X utilizza invece un processo di nuova generazione a 20nm. Ciò permette a Apple il lusso di poter stipare più transistor nella stessa area di silicio, in un rapporto che teoricamente può essere fino a due volte superiore. Apple afferma che l'A8 utilizzato nell'iPhone 6 sia un chip da due miliardi di transistor, e che l'A8X aumenti questa cifra del 50%. Per mettere la cosa in prospettiva, l'Intel Core i7-4790K (praticamente il miglior processore quad-core acquistabile per PC desktop, costruito a 22nm), è dotato di 1,4 miliardi di transistor. Il numero di transistor del Tegra K1 è sconosciuto, ma è probabile che sia inferiore, quindi la sua capacità di competere con l'A8X è ancora più notevole.

Sarà interessante confrontare la durata delle batterie. Apple punta a mantenere la durata dell'attuale iPad, che si attesta tipicamente sulle 10 ore per ricarica e 6 ore in caso di utilizzo intensivo di pesanti applicazioni 3D. Spinto ai suoi limiti grafici, il Tegra K1 a 32-bit dello Shield Tablet può vedere la durata ridotta fino a 3 ore. Il Nexus 9 è più grande ed è dotato di una batteria più capace (6700mAh contro 5197 mAh), ma deve anche sostenere uno schermo più grande. Al momento la capacità della batteria dell'iPad Air 2 è sconosciuta, ma le proiezioni di Apple riguardo alla durata sono solitamente abbastanza precise.

Nexus 9 iPad Air 2
CPU Dual-core 'Denver' a 2.5GHz Tri-core 'Cyclone' a 1.5GHz
GPU Kepler K1 PowerVR GX6650 (non confermato)
Memoria 2GB DDR3 2GB DDR3
Display IPS da 8,9 pollici (2048x1536, 281ppi) IPS da 9,7 pollici (2048x1536, 264ppi)
Dimensioni/Peso 228.2 x 153.7 x 7.9mm/436g 240 x 169.5 x 6.1mm/444g
Varianti di storage disponibili 16GB/32GB 16GB/64GB/128GB
Fotocamere 8mp posteriore, 1.6mp frontale, flash a LED 8mp posteriore, 1.3mp frontale, slow-mo, burst mode

Quanto a dimensioni, Apple sembra mantenere un vantaggio. Anche se il Nexus 9 è appena più leggero, il nuovo iPad è spesso appena 6.1mm contro i 7.9mm del nuovo tablet di Google. È interessante constatare il rapporto 4:3 di entrambi gli schermi, con lo stesso pixel count. L'Ipad Air 2 è dotato di un nuovo rivestimento anti-riflesso sullo schermo che dovrebbe renderne più comodo l'utilizzo all'aperto. Entrambi sono costruiti con materiali di qualità, il che potrebbe spiegare come mai il Nexus 9 non sia economico come i suoi predecessori pur essendolo nei confronti del suo rivale iOS (£319 contro £399 per il modello base da 16GB). Purtroppo sembra che il Nexus 9 non sia dotato di opzioni di espansione tramite MicroSD.

Confrontare i due tablet dopo il loro lancio sarà un esercizio affascinante. Apple ha tradizionalmente avuto un chiaro vantaggio sulle controparti Android in termini di qualità di costruzione e prestazioni. Sospettiamo che stavolta il divario possa risultare significativamente ridotto, ma la vera sfida che questi dispositivi devono affrontare non è la concorrenza quanto l'apatia generale che circonda i tablet. La presentazione di Apple è stata strana: i tablet sono dispositivi per intrattenimento e fruizione di media, ma le demo presentavano l'iPad quasi come un apparecchio sostitutivo del PC, mostrando editing video e manipolazione delle immagini. Non abbiamo visto applicazioni videoludiche che sfruttassero l'A8X, mentre il Tegra K1 (in entrambe le sue varianti) resta secondo noi poco sfruttato, con pochi titoli ad attingere alla potenza disponibile.

Nexus 9 e iPad Air 2 sono dispositivi potenti, dotati di una potenza grafica simile a quella delle console last-gen supportata da CPU impressionanti. Con la giusta cura e attenzione, questa nuova ondata di hardware potrebbe rivoluzionare il mobile gaming e forse rivitalizzare l'affievolito mercato tablet: porting dei titoli last-gen potrebbero girare su entrambi i tablet, e anche i moderni motori multi-piattaforma dovrebbero comportarsi bene su queste macchine. Il dubbio è se questi dispositivi all'avanguardia riceveranno l'attenzione che meritano, perché l'hardware di fascia alta richiede più di un po' di compilazione TLC per dare il meglio. Alcuni test effettuati con BioShock, Modern Combat 5 e Asphalt 8 suggeriscono che l'incremento di 2,5 volte della potenza della GPU offerto dall'iPad Air 2 non si traduca ancora nei frame-rate più fluidi in cui speravamo, una situazione simile a quella messa in luce dai test dei nostri titoli Android sul tablet Nvidia Shield.

Presto avremo una recesione completa dell'iPad Air 2, e speriamo di fare lo stesso con il Nexus 9 nelle vicinanze del lancio, previsto per novembre.

Sign in and unlock a world of features

Get access to commenting, newsletters, and more!

Related topics
A proposito dell'autore
Avatar di Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Commenti