Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Il F2P non è il meglio per World of Warcraft

Blizzard parla del business del momento.

Blizzard ha svelato di non credere che il modello del free-to-play, molto in voga negli ultimi anni, potrebbe adattarsi in questo momento al suo MMO, World of Warcraft.

Convinto del valore dell'offerta da €12.99 al mese, il CEO di Blizzard Mike Morhaime l'ha descritta come "impareggiabile", senza rivali sul mercato per rapporto tra qualità e prezzo.

I giochi che sono recentemente passati al free-to-play includono Age of Conan, Star Trek Online, Lord of the Rings Online e DC Universe e alcuni analisti credono che questa tendenza stia mettendo sotto pressione Blizzard, che potrebbe ritrovarsi costretta a cedere per via dello stallo nelle sottoscrizioni al suo titolo di punta.

"Per noi, e persino per EA con l'MMO di Star Wars, penso che l'offerta di €12,99 al mese sia impareggiabile", ha dichiarato Morhaime. "Non penso che si possa trovare una simile quantità di intrattenimento altrove. Io opporrei lo stesso canone a qualunque cosa".

"Penso ci sia un assunto fondamentale, in questo momento, per cui meno fai pagare agli utenti, più soldi guadagni. Ma non è vero e non rende necessariamente un gioco migliore. Cioè, a chiunque piace quel che è gratuito... Penso che, sì, i giocatori abbiano visto un sacco di esperienze free-to-play di qualità, ma non sono sicuro che questo sia il miglior modello per noi, ora".

Il presidente di Sony Online Entertainment, John Smedley, ha recentemente pronosticato che Star Wars: The Old Republic, in uscita a dicembre, sarà l'ultimo MMO basato sul sistema delle sottoscrizioni. L'esponente di Blizzard ha dimostrato di comprendere le motivazioni dietro queste parole:

"Penso sia un mercato davvero difficile per la competizione, penso sia molto costoso fare questi giochi, specialmente se ti aspetti che gli utenti paghino un canone mensile soltanto per giocare", è stato il commento di Morhaime. "Quindi ci sono poche compagnie che possono competere a quel livello con quei budget".

Mists of Pandaria, la terza espansione in sviluppo per World of Warcraft, sarà disponibile nel corso del 2012.

Il trailer di Mists of Pandaria.
A proposito dell'autore
Avatar di Paolo Sirio

Paolo Sirio

Contributor

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Commenti