Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Gears of War: per Cliff Bleszinski i nuovi giochi della serie mancano di 'cuore' rispetto alla trilogia originale

Bleszinski commenta i Gears of War più recenti.

Cliff Bleszinski, lead designer e director della trilogia originale di Gears of War, è apparso di recente nel podcast IGN Unfiltered per promuovere il suo nuovo libro ed ha espresso alcune critiche nei confronti dei titoli più recenti della serie. Bleszinski ha affermato che "Gears of War 4 e 5 sono stati davvero, davvero belli", ma ha aggiunto che, nonostante gli siano piaciuti, "non ha sentito il cuore" che era presente nei primi tre giochi.

Bleszinski non si è dilungato troppo, ma ha indicato una specifica scelta di design che gli ha dato particolarmente fastidio. Per non fare spoiler, Bleszinski ha spiegato che in uno dei titoli più recenti il giocatore decide il destino di alcuni personaggi verso la fine del gioco, e la sua reazione è stata: "Amico, davvero?". Ha sottolineato con fermezza le decisioni narrative prese da lui e dal suo team, che si sono impegnati a far morire i loro personaggi, rendendoli parte del canone narrativo prestabilito, senza permettere ai giocatori di avere alcun potere sul loro esito.

Lo sviluppatore ha detto che la possibilità di scegliere quale personaggio vivrà o meno non è il modo migliore di procedere, almeno per quanto riguarda questa particolare serie, affermando che gli sviluppatori si sono "messi in un angolo dal punto di vista narrativo".

Bleszinski si sofferma anche sul motivo per cui il franchise di Gears of War è stato venduto dopo la trilogia originale. I primi tre giochi della serie sono note esclusive Xbox, ma l'IP era in realtà di proprietà degli sviluppatori, Epic Games, che l'ha venduta a Microsoft più tardi nel 2014. "Epic doveva mantenere le casse piene", ha detto Bleszinski. Lo sviluppatore ritiene che dopo il suo abbandono e quello di altri, la società "non sapeva davvero cosa fare con il franchise" e ha preferito venderlo per concentrarsi su altre iniziative.

Microsoft ha poi designato uno dei suoi team first-party come sviluppatore esclusivo di Gears of War, tanto che lo studio è stato ribattezzato The Coalition. Da allora questo team ha pubblicato due titoli principali della serie, a partire da Gears of War 4 del 2016, seguito da Gears 5 del 2019. Sebbene entrambi siano stati generalmente ben accolti, la maggior parte dei fan concorda sul fatto che non hanno avuto un grande impatto sul settore come i tre giochi originali.

Fonte: Dualshockers.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti