Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Netflix nell'abbonamento con pubblicità non offrirà tutti gli show e i film

Ted Sarandos, co-CEO di Netflix, ha fornito alcuni dettagli.

L'annuncio del mese scorso dell'arrivo degli spot su Netflix ha suscitato scalpore. E per una buona ragione: l'assenza di questi è da tempo uno dei principali vantaggi della piattaforma contro la concorrenza, e anche contro altre forme di intrattenimento. Ma l'azienda ha dovuto affrontare i fatti: di fronte a una situazione deleteria in cui gli affari non vanno più così bene come prima, ha dovuto prendere decisioni forti.

Tuttavia, molti potrebbero non essere convinti da questa nuova formula e l'ultima dichiarazione di Ted Sarandos non aiuterà le cose. Il co-CEO di Netflix ha parlato nel dettaglio di questo famoso abbonamento. In sostanza la formula consentirà di accedere a un catalogo di contenuti meno estesi.

Ted Sarandos spiega che la presenza di pubblicità richiede la rinegoziazione dei contratti con alcuni studi di produzione, che potrebbe richiedere del tempo. Pur volendo essere rassicurante secondo lui, la “stragrande maggioranza” dei contenuti sarà disponibile.

Cover image for YouTube video

"Ci sono alcune cose che non ci saranno, e stiamo parlando con gli studios. Ma se lanciassimo il prodotto oggi, i membri del livello pubblicitario avranno un'esperienza fantastica. Cancelleremo alcuni contenuti aggiuntivi, ma certamente non tutti, ma non pensiamo che sia un ostacolo materiale per il servizio".

Questo abbonamento con la presenza di pubblicità dovrebbe essere lanciato agli inizi del 2023.

Fonte: IGN

Sign in and unlock a world of features

Get access to commenting, newsletters, and more!

Related topics
A proposito dell'autore
Commenti