Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Reggie Fils-Aimé e i retroscena su Game Boy Micro: Nintendo of America fu 'costretta' a lanciarlo

Troppo piccolo e pubblicato nel momento sbagliato per Reggie Fils-Aimé.

L'ex presidente di Nintendo of America Reggie Fils-Aimé ha appena pubblicato il suo nuovo libro e ci sono un sacco di informazioni in uscita riguardo il suo tempo passato in azienda. Tra questi aneddoti, una storia interessante riguarda il leggendario Game Boy Micro.

Nel 2005, Game Boy Micro era una delle strane versioni portatili di Nintendo che offriva un minuscolo Game Boy Advance per un prezzo di $ 99,99. Il lancio tuttavia non è andato particolarmente bene, per ammissione della stessa Nintendo.

Nel libro Fils-Aimé ha dichiarato: "Dal mio punto di vista, il concetto di Game Boy Micro non ha avuto un buon inizio. L'hardware era eccezionalmente piccolo, non solo i pulsanti di controllo erano difficili da manipolare, ma anche lo schermo era minuscolo. Ciò andava contro le attuali tendenze dell'elettronica di consumo di ingrandire gli schermi. Ma lo sviluppo di questo hardware era continuato e siamo stati costretti a lanciare il sistema".

Tuttavia l'ex presidente di Nintendo of America ha saputo imparare dagli errori: "La lezione è stata che la leadership aziendale aveva bisogno di una comunicazione costante sulle nostre priorità. In qualità di presidente, la mia soluzione era istituire riunioni settimanali del team dirigenziale per esaminare le priorità chiave e i nostri progressi".

Fonte: VGC

A proposito dell'autore

Claudia Marchetto

Contributor

Commenti