Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Switch e la piaga Joy-Con Drift, i genitori coinvolgono i loro figli nella class-action contro Nintendo

Continua il caso Joy-Con Drift di Switch.

I genitori che stanno tentando di citare in giudizio Nintendo, ora stanno coinvolgendo anche i loro figli in una class action.

E, ancora una volta, è il famigerato problema del Joy-Con Drift di Switch al centro della discussione.

La causa proposta è stata promossa da due madri che hanno acquistato console Nintendo Switch per i loro figli. Gli avvocati di Nintendo affermano che i genitori hanno rinunciato ai loro diritti di poter citare in giudizio, secondo le clausole dell'Accordo di licenza con l'utente finale della console Nintendo Switch (EULA).

I genitori hanno risposto dicendo che il caso dovrebbe procedere per conto dei loro figli, che in quanto minorenni non possono accettare l'EULA.

E ora Nintendo ha risposto di nuovo - questa volta per dire che i ragazzi non possono essere coinvolti in quanto non sono gli acquirenti di Switch.

Il caso è stato esaminato da un tribunale federale della California, che esaminerà nuovamente la questione in questi giorni.

Nintendo si è già scusata per il Joy-Con Drift di Switch e ha affermato che l'azienda "continuerà a migliorare i prodotti" a seguito di numerosi reclami.

L'anno scorso, la Commissione europea ha affermato che stava valutando da sé una potenziale azione contro Nintendo.

Fonte: Eurogamer.net.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti