Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

In Metal Gear Survive non ci saranno loot box e non sarà pay-to-win

Konami interviene a chiarire la questione della presenza di microtransazioni nel gioco.

Pochi giorni fa vi avevamo riportato interessanti notizie su Metal Gear Survive che ci parlavano della presenza delle microtransazioni all'interno del gioco. Ora il producer Yuji Korekado interviene a chiarire la questione a Official PlayStation Magazine.

Come segnala Gamingbolt, innanzitutto il producer ha parlato del gioco ricordando che Metal Gear Survive è uno spin-off della famosa serie: "i fan e i giocatori in generale hanno preso Metal Gear Survive come se fosse un continuo della serie Metal Gear, mi dispiace per questa cosa perché abbiamo creato della confusione".

Sulla questione microtransazioni, Korekado fa chiarezza dichiarando: "non ci saranno loot-box e non ci saranno microtransazioni della tipologia pay-to-win. Si tratterà di cose simili agli accessori che avete visto in Metal Gear Online, o nelle FOB di Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain". Una buona notizia per tutti i giocatori preoccupati dalle recenti notizie.

Infine, l'intervento a Official PlayStation Magazine è stato utile per capire anche qualche dettaglio sul funzionamento della campagna, la quale avrà inizio in un'area ristretta: più i giocatori andranno avanti, sbloccando le missioni della campagna e le sub quest, più l'area di gioco si farà ampia.

Vi ricordiamo che Metal Gear Survive è in arrivo il prossimo 22 febbraio per PS4, Xbox One e PC.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti