Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Le modalità facili tanto criticate sono il più grande desiderio del cantante dei Korn

Johnathan Davis è un amante dei videogiochi, purché non siano troppo difficili.

Johnathan Davis, il cantante della band nu-metal Korn, non beve alcolici, non partecipa a grandi party o non abusa di droghe. Ma ha un vizio: i videogiochi. Il suo amore per i videogiochi ha portato lui e la sua band a essere recentemente presenti in un evento MMORPG. Significa anche che la sua crew trascina giganteschi case contenenti TV, console e giochi. Lui chiama questi i suoi rig e li porta ovunque con sé.

Parlando con Kotaku, Davis ha detto di aver giocato a Spyro. Ogni volta che ha un giorno libero durante il tour, ha detto, si rilassa con la nuova collezione di Spyro tutto il giorno. "Mi sento più rilassato, è un modo per lasciarsi andare. Mi aiuta davvero", ha detto.

Potrebbe sembrare strano che il cantante di una band nu-metal sia un fan di un gioco dai colori vivaci come Spyro, ma Davis preferisce cose colorate, quelli che chiama "giochi per bambini", tra cui Crash Bandicoot e Toy Story 3: The Video Game.

"[Toy Story 3 è un] un gioco tosto. Lo gioco ancora. È ancora dannatamente buono".

A Davis piacciono così tanto i videogiochi che nei primi anni 2000 stava effettivamente lavorando a un gioco tutto suo. Sarebbe stato un gioco di combattimento chiamato Pop Scars, realizzato con il game designer American McGee e caratterizzato dalla presenza di altri musicisti come Limp Bizkit e Marilyn Manson, ma alla fine il progetto non andò in porto.

Spyro potrebbe essere molto diverso da un gioco di combattimento, ma è il tipo di cosa verso cui Davis gravita in questi giorni. Ama passare ore a esplorare i mondi colorati di questi giochi. Avendo confermato quanto amasse l'esplorazione e i mondi colorati, Kotaku ha chiesto se avesse giocato a No Man's Sky. "Sai, mio ​​figlio ce l'ha, l'ho guardato. È così enorme. È un po'travolgente, quindi sto pensando di giocarlo."

Questo amore per i mondi vivaci faceva parte del motivo per cui i Korn sono apparsi di recente nel MMORPG Adventure Quest 3D. Adventure Quest 3D è un MMORPG disponibile su PC e telefoni. In molti modi, sembra una versione semplificata e adatta ai bambini di World of Warcraft e Davis è stato a lungo un fan di MMORPG e di WoW.

Quando uno dei suoi manager gli disse che gli sviluppatori di AQ3D volevano fare un evento con i Korn, Davis si è dimostrato immediatamente interessato. Dopo aver visto le prime concept art e le immagini dell'evento, i Korn hanno accettato di prendere parte a un evento in-game a tempo limitato con combattimenti contro più boss in un'arena da concerti. Davis ha registrato delle voci fuori campo per il suo personaggio in-game e ha contribuito a scegliere la scaletta per il concerto in-game. Mentre l'area e i personaggi erano in fase di sviluppo, ai Korn furono inviati i primi filmati e diedero il loro contributo su come dovevano apparire le cose.

Davis ha frequentato gli MMORPG e i loro fan per molto tempo. Ha anche un cameo non parlante come NPC in World of Warcraft, ma Adventure Quest 3D è stata la prima volta che la band e lui stesso sono apparsi in un gioco con la voce fuori campo.

Quando gli è stato chiesto in quali giochi gli sarebbe piaciuto comparire in seguito, era un po' perplesso. La sua prima risposta è stata Fortnite, un gioco che i suoi figli giocano sempre, ma che evita. (Di tanto in tanto gioca a Save The World.) Dopo averci pensato per qualche minuto, ha suggerito Borderlands, di cui ha detto di essere un grande fan, definendolo uno dei pochi shooter che gli piacciono. Borderlands 3 non era uscito al tempo di questa intervista, ma Davis era già entusiasta del suo arrivo.

Mentre Davis è un grande fan dei videogiochi, desidera che più giochi abbiano modalità facili. Ha preso l'esempio di Cuphead, un gioco che ama e odia.

"È troppo difficile! Non è divertente", ha detto. "Ad alcune persone piace la sfida. Io voglio solo giocare. No, dammi una modalità semplice per favore".

Il frontman è anche frustrato dai giochi che richiedono di essere costantemente online, dato quanto del suo tempo di gioco si svolge durante i tour e i viaggi. Su un tour bus in movimento o in un hotel fuori mano, mantenere una connessione stabile può essere complicato.

Davis ha detto di aver pensato di fare di nuovo un gioco, anche se sarebbe abbastanza diverso dal tipo di giochi che gli piace giocare. Sarebbe un grande gioco di ruolo spaventoso e contorto. Ne ha parlato con alcuni sviluppatori, ma alla fine ha deciso che avrebbe tolto troppo tempo. "Ci sono così tante cose coinvolte [nel creare giochi]", ha detto. "Ho intenzione di limitarmi a giocarli."

Che ne dite?

Fonte: Kotaku.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti