Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Oculus Quest trasforma le mani in controller a partire da questa settimana

Una feature per ora limitata ad alcuni giochi ma potenzialmente rivoluzionaria per la VR.

L'anno scorso Oculus ha aggiunto il supporto per il tracciamento manuale al suo headset VR standalone, Oculus Quest. Mentre la funzionalità è stata inizialmente lanciata come feature sperimentale, alla fine di questo mese sarà disponibile per tutti gli utenti.

Il supporto per il tracciamento manuale su Oculus Quest non richiede nuove periferiche o particolari impostazioni. La funzione utilizza le stesse fotocamere e sensori incorporati per rilevare sia le mani che i singoli movimenti delle dita, offrendo un'opzione input alternativa ai controller Oculus Touch inclusi.

App e giochi dovranno essere aggiornati, motivo per cui Oculus inizialmente ha lanciato le funzionalità come sperimentale. In un post che annuncia il passaggio alla versione completa, Oculus ha evidenziato tre giochi (Elixir, The Curious Tale of Stolen Pets e Waltz of the Wizard) che faranno subito uso del tracciamento manuale. Oculus ha anche dichiarato che inizierà a supportare con la funzionalità i titoli third party su Oculus Store dal 28 maggio.

Il tracciamento manuale è solo una delle funzionalità post-lancio che Oculus ha aggiunto gratuitamente a Oculus Quest. Oculus Link, ad esempio, consente di collegare Quest al PC per titoli VR più impegnativi, come Half-Life: Alyx.

Che ne pensate di questa feature?

Fonte: Gamespot.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti