Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Ubisoft difende le scelte anti-pirateria

Migliorerà la gestione del mercato PC.

Secondo Ubisoft la nuova soluzione anti-pirateria su PC permetterà di "arricchire l'esperienza di gioco" e "fornire un valore aggiunto".

Svelata nella giornata di ieri, la piattaforma senza nome (non connessa in alcun modo con il servizio StarForce, da tempo inutilizzato) richiederà una costante connessione all'account Ubi.com per poter giocare.

"Sappiamo che questa scelta è controversa ma crediamo sia giustificata dai vantaggi offerti al gameplay grazie a questo sistema, senza dimenticare il fatto che la maggior parte dei PC è già connessa alla rete", ha dichiarato la compagnia in un comunicato.

"Questa piattaforma offre anche protezione contro la pirateria, un importante elemento per il business di Ubisoft e per il mercato PC in generale dal momento che la pirateria ha un impatto rilevanti nel mercato. Ogni iniziativa che ci consenta di abbassare la sua incidenza sui nostri titoli PC ci consentirà di concentrare i nostri sforzi sulla creazione e l'espansione delle nostre proprietà intellettuali su PC; il nostro obiettivo è garantire la miglior esperienza di gioco possibile ai nostri consumatori".

Il primo titolo a usufruire della nuova piattaforma è Settlers 7, che al momento sta attraversando la fase di beta testing.

Commenti