Eurogamer.it

Resident Evil 7 - Guida, trucchi e consigli

La soluzione per sopravvivere al nuovo capitolo della saga di Capcom.

Se già il quinto capitolo aveva fatto storcere il naso ad alcuni fan di vecchia data per un'impostazione sempre più diretta verso le meccaniche da shooter in terza persona, il sesto e ultimo Resident Evil (insieme all'ottima accoglienza riservata a Resident Evil HD) deve aver rappresentato nel bene e nel male un momento di svolta per Capcom.

La compagnia nipponica si è così trovata di fronte a un bivio cruciale per qualsiasi franchise: rinnovare o guardare al passato. Gli sviluppatori non si sono però accontentati di strade banali e scontate e hanno deciso di cambiare radicalmente alcuni elementi caratteristici di Resident Evil cercando comunque di guardare a ciò che ha reso grande questa serie.

L'uscita di Resident Evil 7 è ormai alle porte e noi di Eurogamer.it non potevamo di certo perdere l'occasione di accompagnarvi in questa misteriosa avventura con una delle nostre classiche guide. Mentre nei prossimi giorni continueranno a essere pubblicati dei nuovi contenuti, in questa prima pagina vi parleremo delle caratteristiche principali del gioco con alcuni accenni della trama, dei personaggi coinvolti, del gameplay e ovviamente anche dei consigli e dei trucchi per riuscire a sopravvivere.

Naturalmente potreste incappare in qualche piccolo SPOILER ma almeno in questa parte della guida gli accenni alla trama saranno il più possibile limitati al minimo.

Altri contenuti della guida di Resident Evil 7:

Walkthrough :

DLC :

1

La trama

Resident Evil 7 propone dei cambiamenti piuttosto evidenti rispetto al passato già nella trama proposta. Il gioco è ambientato dopo Resident Evil 6 e ci farà vestire i panni di Ethan Winters, un uomo qualunque che ad anni dalla scomparsa della moglie Mia riceve improvvisamente delle informazioni che lo spingono a visitare la cittadina di Dulvey in Louisiana e in particolare una villa apparentemente abbandonata. Ethan scoprirà ben presto che questa villa dispersa tra le paludi non è abbandonata come sembra e che i suoi residenti, i Baker, non rappresentano una famiglia propriamente nella norma.

Sin da questa premessa narrativa, che non amplieremo esageratamente per non rischiare involontari spoiler in questa prima pagina della guida, la rottura rispetto al passato sembra piuttosto evidente: il protagonista è un uomo ordinario e non vengono citati (al di là di alcuni leak) personaggi e villain storici.

Nel caso in cui siate curiosi di conoscere alcuni dettagli sulle atmosfere e sul mondo di gioco date un'occhiata a Beginning Hour, la demo disponibile su PC, PS4 e Xbox One.

I personaggi e i nemici

Niente Leon Kennedy o Chris Redfield ma tante new entry tra i protagonisti e i nemici di Resident Evil 7. Proprio per questo motivo vogliamo fornirvi una panoramica di coloro che accompagneranno le avventure di Ethan Winters.

Mia Winters - È la moglie del protagonista e vero e proprio motore che dà il via al gioco e che guida le azioni del nostro alter ego. Scomparsa nel nulla e considerata inevitabilmente deceduta fino a quando le speranze si riaccendono e Ethan parte per Dulvey, Louisiana.

Famiglia Baker - Una famiglia a dir poco particolare e lontana da qualsiasi concezione di normalità. Camille è un'anziana apparentemente innocua e bloccata sulla propria sedia a rotelle. Lucas sembra la pecora nera della famiglia, un figlio sboccato e pericoloso. Jack è l'uomo di casa, una figura che sin dalle prime fasi di gioco si rivelerà una spina nel fianco e un nemico apparentemente insormontabile e indistruttibile, tanto dall'essere stato definito, in più di un'occasione, il nuovo Nemesis. Infine Marguerite, una donna spaventosa e legata in qualche modo a degli insetti che infestano la vecchia casa dei Baker.

2

I Baker da sinistra a destra: Camille, Lucas, Jack e Marguerite.

Molded (Micomorfi) - Si tratta delle creature più simili a degli zombie e di cui farete conoscenza nelle prime ore di gioco. Questi "mostri" sono stati i protagonisti anche delle anteprime pubblicate prima dell'uscita del gioco. La loro origine è incerta ma preparatevi a degli scontri particolarmente pericolosi nel seminterrato di casa Baker.

3

Insetti - Sono una minaccia da non sottovalutare nella vecchia casa dei Baker e in certi casi, soprattutto nei primi incontri, dovranno essere assolutamente evitati e aggirati.

Zoe - Un telefono squillerà nelle prime ore di gioco. Una possibile alleata?

Trucchi e consigli per sopravvivere

Sopravvivere sarà la vostra parola d'ordine ma se vi aspettate una scampagnata avete letteralmente preso un abbaglio. Il nuovo capitolo della serie Capcom è pieno di pericoli e ogni scontro potrebbe essere l'ultimo.

Sono parecchi i segreti, le strategie, i trucchi e i consigli per riuscire a scampare dalla pericolosa famiglia Baker e da ogni altra minaccia. Qui di seguito potete trovare tutti i consigli principali sul titolo.

  • Videocassette - Avevamo imparato a conoscerle già nella demo e anche il gioco finale non ha lesinato su questo particolare contenuto. Ethan scoverà delle videocassette che potrà inserire in un videoregistratore e che faranno vestire al giocatore i panni di un altro personaggio in una sorta di breve episodio alternativo all'interno del gioco. Queste situazioni non vanno sottovalutate perché spesso contengono indizi sulla posizione di alcuni oggetti o sulla risoluzione di puzzle ed enigmi.
  • Rispondere al telefono - Buona parte delle vostre azioni sarà indirizzata proprio dal telefono. Quando squillerà rispondete.
  • A cosa servono le Monete Antiche? - Inizierete a scovare queste Monete Antiche piuttosto presto ma solo dopo alcune ore avrete la possibilità di utilizzarle. A cosa servono esattamente? Attraverso le Monete Antiche potrete sostanzialmente "acquistare" delle armi o dei miglioramenti (alla salute o alla velocità di ricarica per esempio). Trovarle non è sempre semplice e l'esplorazione sarà fondamentale per riuscirci.
  • Sfruttare la Mappa - Nella vostra avventura vi imbatterete in Mappe che svelano ulteriori dettagli della zona in cui vi trovate. Attraverso questa sorta di collezionabili saprete che tipo di porte e serrature incontrerete e avrete maggiori informazioni su dove dovrete dirigervi.
  • Salvare la partita - Resident Evil 7 propone un'opzione di autosalvataggio che però potrebbe non essere sufficientemente ravvicinato da garantire la vostra sopravvivenza. Alcune stanze sicure vi permetteranno di salvare manualmente attraverso un registratore. Qui avrete la possibilità anche di scovare alcuni oggetti utili, di spendere le vostre Monete Antiche e di sfruttare un deposito per degli oggetti non utili nell'immediato.
  • Gestire al meglio l'inventario - Nel corso del gioco avrete la possibilità di ampliarlo ma il vostro inventario è sostanzialmente limitato a una manciata di slot. Ogni oggetto occuperà un certo numero di slot costringendovi in alcuni casi a scartare definitivamente qualcosa. I depositi sono fondamentali per questo motivo: non appena raggiungete una stanza sicura abbandonate tutto ciò che secondo voi sarà inutile nell'immediato futuro. Avrete sempre la possibilità di recuperare tutto in un'altra stanza sicura.
  • Crafting che passione - L'esplorazione è importante ma non sempre troverete tutte le risorse di cui avrete bisogno. Per creare oggetti più avanzati o per ottenerne di immediata necessità dovrete anche imparare a combinare più elementi. Nella schermata dell'inventario troverete una sezione apposita in cui farete ben presto la conoscenza di oggetti molto utili come il fluido chimico (utile per creare proiettili o cure più efficaci).
  • A volte è meglio scappare! - Riuscirete a ottenere un'arma piuttosto velocemente ma non per questo sarete in grado di affrontare tutte le situazioni come un eroe di un film d'azione. Le munizioni sono poche, alcuni nemici davvero ostici e quasi indistruttibili e in alcuni casi lo svantaggio sarà talmente netto che darsi alla fuga è l'unica soluzione percorribile. Correte premendo L3 mentre vi spostate o cercate di aggirare i pericoli con lo stealth accucciandovi con R3 e sfruttando ogni riparo possibile.
  • Esplorare, sempre - Deve diventare ben presto un vostro mantra: esplorare è fondamentale, sempre. Ogni volta in cui non sarete braccati da un nemico fermatevi per dare un'occhiata a ciò che vi circonda. Scoprirete risorse utili, Monete Antiche, indizi per i puzzle e gli enigmi da risolvere o più semplicemente delle informazioni aggiuntive sulla narrazione e sul mondo di gioco.
  • Voltarsi rapidamente - Non viene immediatamente spiegato dal tutorial iniziale ma direzionando l'analogico verso il basso e premendo allo stesso tempo cerchio o B potrete voltarvi rapidamente.
  • Combattere e uccidere i Molded - Sono probabilmente i nemici meno impegnativi e più prevedibili del gioco ma non vanno assolutamente sottovalutati perché anche uno solo è in grado di uccidervi se prenderete lo scontro sottogamba. I Micomorfi attaccano principalmente con le loro braccia con un attacco più lento e con uno più veloce che sfrutta l'allungamento dei loro arti. In alcuni casi potrete pararvi dagli attacchi premendo L1 o LB e in altri sarà il caso di sfruttare gli ostacoli stessi dalla stanza a vostro vantaggio. Nel combattimento dovrete sparare alla testa per evitare inutili sprechi di munizioni. Vista la loro relativa lentezza con un po' di attenzione potreste anche aggirarli.
  • Puzzle - Sono già stati accennati all'interno della demo ma in questo caso sono molto meno cervellotici. La presenza di puzzle ed enigmi non può che essere ben accetta e positiva anche per tutti i fan storici della serie.
  • Una marea di chiavi - Molte porte saranno chiuse e avranno bisogno di chiavi ben precise. Alcune presentano l'effigie di un animale o di un insetto (scorpione o corvo per esempio) e sono utili per accedere ad aree particolarmente importanti a livello narrativo o per gli oggetti che custodiscono o ancora per creare delle scorciatoie tra le varie zone. Trovare queste chiavi non sarà semplice ed esplorare con attenzione sarà fondamentale.

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!