C'è del sandbox in Destiny, la nuova IP Bungie

Qualche dettaglio in più sull'erede di Halo.

Destiny, il nuovo titolo in sviluppo presso Bungie, sarà un sandbox o almeno includerà elementi da sandbox, stando alla software house di Seattle.

Nell'ultima Mailbag sul sito ufficiale, la compagnia ha reso noto questo dettaglio menzionando l'assunzione di Danny Bulla, designer ex Rockstar assunto nel 2011.

"Ci è piaciuto così tanto Red Dead Redemption che abbiamo assunto Danny Bulla per aiutarci a creare il vostro prossimo sandbox", si legge in una risposta ai fan. "Sta facendo un lavoro fantastico e, finora, non ha provato a legare nessuno di noi ai binari di un treno".

Bulla è stato game designer presso Midway, lavorando a Blacksite: Area 51 ed è poi passato a Rockstar Games San Diego, dove ha partecipato allo sviluppo di Red Dead Redemption, dei pack di nuove modalità e della fortunata espansione Undead Nightmare.

Bungie ha inoltre fatto sapere di aver coinvolto una "intera orchestra di artisti" per ricreare i suoni che verranno poi utilizzati nel gioco.

Destiny dovrebbe vedere la luce nel 2013, ma non abbiamo ancora una data d'uscita ufficiale.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Amnesia: Rebirth - recensione

“Paura, oblio, speranza. È così semplice”.

PS5 'manca solo un mese!'

PlayStation Italia vuole accendere l'hype dei fan.

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza