Dragon Age: Inquisition riceverà un premio speciale per la sua rappresentazione di personaggi LGBT

Il titolo Bioware riceverà uno speciale GLAAD Media Award.

1

Dragon Age: Inquisition è considerato uno dei migliori titoli del 2014 e in quanto tale ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti dalla critica di settore. Il nuovo capitolo della serie riceverà, tuttavia, un ulteriore premio dalla GLAAD.

La GLAAD è un'organizzazione no-profit di attivismo LGBT (sigla utilizzata come termine collettivo per riferirsi a persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender), finalizzata nel promuovere e garantire un'accurata rappresentazione delle persone LGBT. Questa organizzazione ha creato i GLAAD Media Awards, dei premi annuali assegnati alle persone e alle produzioni dell'intrattenimento, per il loro contribuito nel dare un'immagine più veritiera e accurata della comunità LGBT e delle questioni che riguardano la loro vita.

Come riportato da Polygon, Dragon Age: Inquisition riceverà un premio speciale durante la cerimonia dei GLAAD Media Awards per "la rappresentazione di personaggi LGBT complessi, unici e perfettamente integrati all'interno del gioco". Normalmente non è presente una categoria dedicata esclusivamente ai videogiochi ma la GLAAD ha deciso di premiare l'incredibile lavoro di Bioware.

Un portavoce di Bioware ha commentato la notizia con entusiasmo sottolineando che la software house è estremamente "orgogliosa e felice" di ricevere questo riconoscimento.

Cosa pensate di questo premio? È meritato?

Vai ai commenti (9)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo è... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrà essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening è vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

Sarà un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (9)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza