O'Connor: "Halo: The Master Chief Collection? Il lancio è uno dei punti più bassi della mia carriera"

343 Industries spiega perché il titolo fu lanciato nonostante i problemi.

Si parla in questi giorni del fatto che Halo: The Master Chief Collection verrà migliorato per supportare l'ormai imminente uscita di Xbox One X ma vale la pena tornare sulla collection per dare un'occhiata alle recentissime parole di Frank O'Connor, franchise development director di Halo e ovviamente membro di spicco di 343 Industries.

Come riportato da Gaming Bolt, O'Connor si è affidato a un lungo post su Reddit per spiegare cosa è andato storto nel lancio di Halo: The Master Chief Collection, un lancio che tra bug, vari problemi e un matchmaking tutt'altro che perfetto si è rivelato sotto molti aspetti un fallimento.

"Da una prospettiva personale il lancio di Halo: The Master Chief Collection è stato uno dei punti più bassi della mia carriera. Ogni email di lamentele che ricevevo mi ha toccato profondamente. Sentivo come se avessi personalmente deluso i nostri fan. Non c'è stato un singolo gioco da quando il matchmaking ha iniziato a dare problemi in cui non ci ho pensato. I messaggi più difficili da sopportare erano quelli di incredulità. 'come facevate a non sapere che il matchmaking avrebbe iniziato a fallire?'. Il motivo fondamentalmente è che stavamo testando il tutto in un ambiente che avevamo preparato in maniera scorretta e con alcune supposizioni che scoprimmo poi fallaci. E a differenza di altri normali cicli di testing non stavamo testando il bilanciamento del gameplay e altre cose che il gioco originale comprendeva già quindi il processo di test era radicalmente diverso e abbiamo commesso degli errori in alcuni scenari.

1

"Avevamo creato con le migliori intenzioni un progetto gigantesco e ambizioso che voleva essere quasi una lista dei desideri di un fan di Halo. Come giocatore ero estremamente eccitato e come impiegato ero orgoglioso del lavoro e dello sforzo che il team mise nella realizzazione di qualcosa di così grande. Nei nostri test dedicati al matchmaking vedevamo risultati che alla fine non riflettevano il reale ambiente retail.

"Potrebbe sembrare semplicistico ma la collection corrisponde sostanzialmente a sei diversi engine collegati insieme da sistemi molto delicati e complessi. Con l'uscita di Xbox One X all'orizzonte è ovvio che abbiamo la possibilità di aggiornare il gioco per sfruttare a pieno il nuovo hardware e usare l'opportunità per riprogettare e aggiornare alcuni dei problemi delle fondamenta del gioco e i metodi di networking e matchmaking e per essere chiari queste soluzioni non erano semplicemente possibili fino a poco tempo fa.

"Come ho già detto in precedenza questa spiegazione non risponde a tutte le vostre domande ma riveleremo altri dettagli specifici in futuro. Questo è ciò che vi dobbiamo, questo e un gioco con cui sia noi che voi possiamo sentirci soddisfatti".

Cosa pensate delle parole di O'Connor e dei problemi di Halo: The Master Chief Collection?

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza