Skip to main content
Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

PQube ancora guai: Corecell accusa la società di non aver rispettato dei pagamenti

PQube ancora al centro delle polemiche.

Corecell, lo studio dietro AeternoBlade II, ha accusato il publisher britannico PQube Games di aver trattenuto dei fondi che gli erano stati promessi.

Corecell ha pubblicato una dichiarazione su Twitter in cui afferma che la casa editrice non ha rispettato l'obbligo di pagare per intero una garanzia minima allo studio.

Lo sviluppatore ha spiegato che i problemi sono iniziati dopo che PQube ha pubblicato AeternoBlade II nel 2019 su più piattaforme.

"Abbiamo cercato di risolvere la questione con PQUBE ma non siamo riusciti a raggiungere una soluzione, portandoci a terminare l'accordo di pubblicazione intorno a settembre 2020".

"Tuttavia, PQube si è rifiutata di restituirci il controllo della pubblicazione sulle piattaforme console e continua a vendere e a prendere tutti i ricavi di AeternoBlade II".

Corecell ha poi aggiunto che, in quanto piccolo studio, non ha le risorse finanziarie per intraprendere azioni legali in un altro paese - lo sviluppatore ha sede in Thailandia.

In precedenza, il publisher era stato accusato da un altro studio. Il team di A Space for the Unbound, Mojiken Studio, ha rivelato che il titolo è stato rinviato per colpa di PQube.

Fonte: Gamesindustry.biz.