Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Oltre Just Cause: Avalanche Studios lavorava a un titolo ambientato in una versione alternativa degli anni '50

Una Londra in stile dieselpunk?

Just Cause non era il solo progetto di Avalanche Studios: a quanto pare il team aveva progettato un interessante gioco open-world ambientato però nella Londra degli anni '50. A rivelarlo è stato uno sceneggiatore durante un'intervista sul canale YouTube Wassup Conversations.

"Un editore, anche grande tra l'altro, ha cancellato tutti i giochi di Avalanche tranne uno", ha detto lo sceneggiatore Mikael Saker. "Tra questi stavamo lavorando ad un fantastico gioco open-world ambientato in una realtà alternativa di Londra negli anni '50. Era incredibilmente folle! Avevamo questa versione di Londra che sembrava spettacolare. Non c'erano i grattacieli, ma le altezze erano invertite, con la città che cresceva verso il basso fino a terra. Il giocatore poteva anche volare su teleferiche, dirigibili, aerei e saltare dentro grossi crateri sparsi per la città. Era visivamente spettacolare e anche la costruzione del mondo era davvero interessante".

Saker ha continuato dicendo che mancavano ancora due anni dal completamente di questo gioco, ma purtroppo l'editore ha deciso di tagliarlo fuori. Lo sceneggiatore tuttavia non ha indicato da quanto tempo lo studio era al lavoro e non ci sono nemmeno immagini che mostrano il processo creativo. Di seguito potete dare uno sguardo all'intervista.

Avalanche Studios ha poi pubblicato Just Cause 4 nel 2018 e più recentemente ha collaborato a Rage 2 assieme a Bethesda.

Fonte: GameSpot

Commenti