Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Oblivion, Deus Ex, Thief e molti altri uniti nel Museo...dello Scassinamento

Un museo giocabile pieno di serrature che hanno fatto la storia dei videogiochi.

La rete sa anche essere un universo fantastico soprattutto grazie a luoghi in cui le idee apparentemente più strambe possono prendere vita tutto sommato facilmente e far parlare di sé grazie al passaparola e all'originalità. È per questo che oggi vogliamo parlarvi di un progetto che unisce mostri sacri come The Elder Scrolls IV: Oblivion, Deus Ex e Thief. Benvenuti nel Museo dello Scassinamento.

Il Museum of Mechanics: Lockpicking è una chicca che francamente non pensavamo di poter ammirare. E invece di ha pensato Johnnemann Nordhagen di Dim Bulb Games, software house che ci ha regalato il narrativamente splendido Where The Water Tastes Like Wine, che si è basato su un'altra idea simile incentrato invece su un museo virtuale dedicato alle meccaniche di pesca dei videogiochi.

Quella però era una semplice idea, il Museo dello Scassinamento invece è quanto mai reale e già esplorabile e "giocabile" in maniera completamente gratuita. Quando si carica il museo, si viene catapultati in una grande stanza con dei cartelli con vari nomi di videogiochi e delle serrature a fianco. Cliccando sulle serrature ci si trova di fronte a una versione semplificata dei minigame di scassinamento presenti nei giochi indicati.

Ci sono The Elder Scrolls IV: Oblivion, Deus Ex, Thief ma anche Dungeons & Dragons tanto per indicarne qualcuno.

È sicuramente un breve ma interessantissimo viaggio che mostra anche come la meccanica si sia evoluta nel tempo. Alla base del progetto per il creatore c'è la volontà di creare "uno strumento che permetta ai designer di analizzare le meccaniche esistenti e dare vita a nuove idee".

Sembra che i musei virtuale dedicati ai videogiochi siano un'idea che piace. Ce n'è anche uno dedicato all'acqua nei videogiochi. Cosa pensate di questo curioso progetto?

Fonte: Rock Paper Shotgun

A proposito dell'autore

Avatar di Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Contributor

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Commenti