Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Ono: il 60% degli utenti di SF è americano

Pochi europei per "problemi regionali".

Stando a quanto affermato da Yoshinori Ono, i giocatori americani rappresenterebbero il 60 per cento dei fan globali di Street Fighter, mentre l'Europa raccoglierebbe appena il 30 per cento del pubblico mondiale.

In un'intervista pubblicata sul sito ufficiale Capcom, Ono ha individuato in alcuni "problemi regionali" le difficoltà del publisher di far crescere il numero dei fan in Europa.

"Vogliamo far crescere la nostra base d'utenza in Europa, ma vari problemi regionali hanno contribuito a mantenere il numero di fan attorno al 30%", ha spiegato.

"Il problema è che l'Europa non è un paese unico, ma un insieme di 30 realtà differenti, dettaglio che richiede una campagna di marketing specifica per ogni nazione".

"Al momento le nostre sedi in Inghilterra, Francia, e Germania sono in grado di portare avanti strategie di marketing specifiche, ma per noi è importante riuscire ad ampliare questa rete anche agli altri paesi europei".

Un altro grande problema è la diffusione di Street Fighter in Asia, dove escludendo il Giappone le vendite sono "prossime allo zero".

Ono attribuisce il successo di Street Fighter in America alla combinazione di un marketing adeguato e di forti legami con le community.

"In America stabilire un contatto con i fan e le loro community è considerato estremamente importante, così le compagnie sono spinte a offrire continuamente informazioni", ha continuato Ono.

A proposito dell'autore

Avatar di Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Contributor

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Commenti