Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

A seguito delle recenti polemiche, gli sviluppatori dell'horror Devotion si scusano con i giocatori

Non era intenzione del team offendere nessuno.

L'horror Devotion è stato pubblicato solo di recente su Steam, ottenendo un notevole successo e diventando uno dei titoli più seguiti su Twitch. Tuttavia gli sviluppatori sono stati al centro di una polemica riguardante il famoso meme su Winnie the Pooh ed il Segretario Generale del Partito Comunista Cinese Xi Jinping. Per la precisione la frase oggetto dello scandalo è "Xi Jinping Winnie the Pooh moron."

Come riportano i colleghi di Eurogamer.net, Red Candle Games ha dichiarato che il materiale è finito accidentalmente nel gioco finale e che non era certamente sua intenzione offendere il leader ed il popolo cinese:

"I temi di Devotion parlano di come il culto può far del male alle persone. Riguardo all'incidente relativo al materiale artistico, l'intero team di Red Candle Games si prende la responsabilità di questo errore decisamente non professionale. Proiettare segretamente un'ideologia non è nelle intenzioni di Red Candle, così come non vogliamo attaccare nessuno nel mondo reale. Anche se il materiale sensibile è stato inserito per errore, vi chiediamo gentilmente di non interpretare allo stesso modo il resto del materiale presente nel gioco. Vi chiediamo gentilmente di rimanere calmi e di dare a Red Candle del tempo per affrontare l'incidente. Questo sarebbe il miglior supporto per noi. Grazie."

Devotion è al momento disponibile su PC.

Cosa ne pensate? Le dichiarazioni degli sviluppatori vi convincono?

Taggato come
A proposito dell'autore

Andrea Di Carlo

Contributor

Commenti