Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Ecco come Valve ha ottimizzato Elden Ring su Steam Deck

Ma le patch avranno portato allo stesso risultato su PC?

Una delle storie più interessanti che emergono dal lancio dello Steam Deck è riguarda la notizia secondo la quale Valve avrebbe tarato la compatibilità Proton basata su Linux per fixare la problematica versione PC di Elden Ring. Dopo aver finito la nostra recensione dello Steam Deck abbiamo registrato un gameplay di Elden Ring sulla console di Valve 'con le impostazioni di fabbrica' e in seguito abbiamo fatto la stessa cosa con l'esperienza 'fixata'. I problemi sono stati tutti risolti? E se sì, come ci è riuscita Valve? Da quel momento il gioco ha ricevuto diverse patch che ci portano alla domanda inevitabile: Elden Ring è finalmente stato sistemato su PC?

Tornando alla copertura del lancio su PC, il gioco presentava uno stuttering insostenibile, che ci aveva portato alla conclusione di essere dinanzi all'ennesimo porting che soffriva di problemi di compilazione degli shader. Ne abbiamo parlato tanto di recente e abbiamo raccontato dei lag lunghi anche frazioni di secondo che si verificano la prima volta che si visitano certe aree. Non è un problema che si presenta su console perché la natura fissa di queste ultime permette di includere shader pre-compilati nel codice del gioco. Su PC, con tutte le migliaia di combinazioni di configurazioni hardware, il processo è decisamente più complesso. In questo senso, Steam Deck ha un vantaggio rispetto a un qualsiasi PC, perché è un ambiente chiuso proprio come una console.

"Sul fronte Linux/Proton, abbiamo un sistema di pre-caching degli shader con diversi strati a livello di codice sorgente e rappresentazioni di cache binaria pre-caricata e condivisa tra gli utenti”, ci spiega Pierre-Loupe Griffais di Valve. “Su Deck portiamo tutto questo a un livello più alto, visto che abbiamo una sola combinazione di GPU/driver da gestire e la maggior parte degli shader che possono essere fatti girare localmente sono pre-costruiti nei server della nostra infrastruttura. Quando il gioco cerca di compilare uno shader attraverso le sua API grafiche selezionate, queste vengono solitamente bypassate, visto che troviamo chace pre-compilata sul drive".

Uno sguardo approfondito a performance e aspetto tecnico di Elden Ring su Steam Deck, su come Valve sia riuscita a sistemare il gioco sulla sua console, e infine un confronto diretto con la versione PS4.

Comunque, Griffais crede che gran parte dei problemi di Elden Ring sia causato da altri fattori, evidenziati su Twitter da diversi sviluppatori che hanno esaminato su Github lo stato di compatibilità open source.

"Gli shader pipeline-driven non sono responsabili di tutti gli stuttering che abbiamo riscontrato nel gioco”, continua Graiffais. “Il recente esempio che abbiamo illustrato ha più a che fare con il gioco che crea molte migliaia di risorse come command buffer in certi punti, intasando il nostro manager della memoria che non riesce a gestire tutte le richieste. Noi carichiamo in cache molto più aggressivamente quelle allocazione adesso, cosa che sembra aver aiutato molto. Non posso commentare riguardo al problema su altre piattaforme, ma avendo giocato su Deck con tutte queste ottimizzazioni posso dire che l'esperienza è molto fluida".

Guardate il contenuto video qui sopra e vi accorgerete di quello che stiamo cercando di spiegare. Utilizzando un miscuglio di preset medium e high (per texture e anit-aliasing) e una qualità degli shader impostata su low (che non sembra far molta differenza nell'impatto visivo), abilitando il cap di 30fps disponibile su Deck a livello di sistema, otteniamo esattamente una versione PS4 di Elden Ring riprodotta a 720p. Inoltre, poiché ogni fotogramma viene renderizzato regolarmente a intervalli di 33,3ms, a differenza del sistema interno adottato da From Software stavolta il frame pacing è corretto e si ottiene di conseguenza un'esperienza molto più fluida.

Steam Deck fa una bella figura nei confronti della versione PS4 (risoluzione a parte), e il cap di 30fps di Valve fornisce frame-pacing corretto, diversamente dalla soluzione interna del gioco.

Potete incorrere in problemi di performance: molti nemici su schermo sembrano stressare la CPU (e probabilmente anche la GPU) causando cali di fotogrammi e frame-pacing irregolari, mentre il fiero respiro del Drago Volante Agheel vede classici cali di frame-rate basati sul carico della GPU. In sostanza, è interessante notare come Elden Ring su Steam Deck fornisca un'esperienza così simile a quella ottenibile su PS4. La console di Valve invece surclassa la Xbox One S sia dal punto di vista della qualità grafica che dalla costanza delle performance, un gran bel risultato da una APU che assorbe al massimo 15W. Durante la finestra di lancio del gioco, Steam Deck forniva prestazioni più costanti di PC molto più corazzati.

Tutto ciò ci porta all'inevitabile interrogativo di come giri oggi Elden Ring su PC, con un paio di patch alle spalle rilasciate dopo le lamentele in fase di lancio. Su Steam Deck non è cambiato molto, ma su PC abbiamo due esperienze contrastanti riscontrate su hardware molto simili. Inizialmente, abbiamo chiesto al nostro specialista Alex Battaglia di dare un'occhiata alla patch 1.02.03, e sono arrivate sia buone che cattive notizie.

Sul suo sistema basato su Core i9 10900K RTX 3090 configurato su preset high e risoluzione 4K, Elden Ring è riuscito a minimizzare lo stuttering che abbiamo riscontrato al lancio e questo è indubbiamente positivo. Ma si è aggiunto un nuovo problema: freeze occasionali e consecutivi della durata di ben 735ms.

Ma ripetendo gli stessi test sul mio PC basato su Core i9 10900K e RTX 3080 Ti (in sostanza lo stesso sistema ma con una GPU meno potente e con meno VRAM) non ho ottenuto gli stessi bug di Alex Battaglia. Se non fosse stato per il suo report, avremmo potuto quindi affermare che Elden Ring fosse stato finalmente sistemato su PC, previa eseguire test su configurazioni meno potenti. A questo punto possiamo quindi affermare che i più grossi problemi sono stati sistemati, ma non ci sono garanzie che non incorriate in qualche nuovo bug. Nel frattempo l'utenza si scatena nel proporre sistemi correttivi empirici e fatti in casa, come rimuovere il GamePass e disattivare Microsoft Device Association Root Enumerator, tanto per fare due esempi.

Su un PC con RTX 3080 Ti Elden Ring a 4K60 è un'esperienza eccezionale, ma riteniamo che il 1440p60 bloccato sia preferibile per le console di ultima generazione. La cosa interessante è che la nuova patch ha reso esigue le differenze nella stabilità dell'esperienza tra PC e Steam Deck (che era già ben messa prima della disponibilità dell'update 1.02). Giocare Elden Ring su una console portatile è un'esperienza unica che rende ancora più invitante il nuovo gioiellino di Valve. L'unico problema è rappresentato dalla durata della batteria, che anche col limitatore a 30fps fatica a raggiungere le due ore di autonomia senza ricorrere all'alimentazione da rete.

A proposito dell'autore

Avatar di Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.

Commenti

More Articoli

Ultimi Articoli