Le fiere di settore sono diventate ormai ben più che semplici marchette commerciali in cui mostrare ai videogiocatori cosa bolle in pentola.

Lo possiamo comprendere dalla reazione dei mercati in seguito al Nintendo Direct dell'E3, il quale a quanto pare non ha sortito l'effetto sperato. Infatti i titoli in borsa di Nintendo sono calati a picco, e questo si traduce in ingeti perdite per gli investitori, perdite dovute ad una conferenza che non ha smosso il pubblico come ci si sarebbe aspettato.

I giochi mostrati al Direct dimostrano come Nintendo si stia leggermente allontanando dal target fissato inizialmente: infatti i titoli di punta per il natale 2018 saranno solo due: Pokémon: Let's Go e Super Smash Bros. Ultimate, gioco dall'indiscussa qualità tecnica ma che, a quanto pare, non è bastato.

Nintendo ha dunque subito un crollo del 6,21%, nulla di apocalittico ma comunque un chiaro segnale di una conferenza, per molti versi, deludente.

Cosa ne pensate della reazione della borsa?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron

Commenti (6)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

E3 2018: Ridley sbarca su Super Smash Bros Ultimate

La nemesi di Samus si unisce al corposo roster.

E3 2018: Super Smash Bros. Ultimate ha una data d'uscita, lunga parentesi dedicata al roster del gioco

Tutti i personaggi dei precedenti capitoli saranno nel roster del nuovo Super Smash Bros.

E3 2018: alle 18 seguite in diretta con noi la conferenza Nintendo!

Dopo Microsoft e Sony spazio al Nintendo Direct.