Valorant - Trucchi e consigli per vincere nello shooter di Riot

Una raccolta di suggerimenti per veterani e nuovi giocatori.

Valorant, il nuovo shooter tattico di Riot Games, è finalmente disponibile, e ciò significa che è giunto il momento di mettere insieme una piccola serie di suggerimenti e trucchetti per iniziare a vincere.

Oggi abbiamo scelto di mettere insieme una piccola introduzione per tutti i novelli Agenti nel mondo di Valorant, accompagnata tuttavia da una serie di consigli più "sofisticati", cose che potrebbero risultare utili anche per i veterani degli FPS competitivi.

In questa pagina:

Valorant: Suggerimenti per i nuovi giocatori

1. La regola generale è quella di camminare costantemente: camminando, per gli avversari sarà molto più difficile sentire i vostri passi e individuarvi. Durante la fase Beta corsa e "run & gun" erano imperanti, ma con la release ufficiale è meglio limitarsi a scattare solamente all'inizio del round e in quelle situazioni in cui siete certi di non esser sentiti.

2. Il gunplay di Valorant è preciso solamente quando siete immobili. Non appena vi muoverete, la crosshair si amplierà considerevolmente: ciò significa che se vi state spostando e il vostro diretto avversario è invece immobile, perderete quasi sicuramente quell'uno contro uno.

valorant_tips_tricks_2
Tornate spesso al poligono.!

3. C'è un limite a quanto si può diventare forti sfruttando solamente le armi, o solamente le abilità. Alcuni hanno un background su CS:GO, pertanto sono portati ad affidarsi unicamente alle skill con le bocche da fuoco; altri, invece, hanno maturato esperienza su Overwatch, e tenteranno di dominare la partita attraverso le utility. Un buon giocatore di Valorant, tuttavia, deve imparare a utilizzare al meglio entrambe le meccaniche.

4. Imparate assolutamente i nomi dei luoghi sparsi per la mappa - anche se non state utilizzando la chat vocale - perché è fondamentale essere in grado di segnalare le posizioni attraverso la chat testuale o anche solamente comprendere i callout dei compagni.

5. Non c'è bisogno di dirlo, ma comunicate, collaborate, agite come uno. Ciò significa svolgere attività di base, come ad esempio controllare che tutte le lane siano coperte da almeno un giocatore, ma anche imparare a mettere in scena qualche tecnica avanzata: bisogna saper baitare gli avversari, fingere attacchi e portare a termine le rotazioni. Un buon gioco di squadra può colmare tranquillamente il gap della skill meccanica.

6. L'audio in Valorant è estremamente importante. Ascoltate attentamente il suono dei passi e riflettete sul da farsi. Non c'è nessuna scusa quando un avversario corre alle spalle del team e fa una strage: bisogna prestare attenzione.

valorant_tips_tricks_1
Comunicare, comunicare, comunicare: non importa quanto sia tossica la squadra.

Valorant: I consigli per vincere

7. Questa meccanica vien da sé per molti player navigati: mentre sparate, provate a non rimanere completamente immobili ma abbassatevi dopo il primo colpo o la prima raffica. Da una parte, questa scelta aiuterà a gestire il rinculo dell'arma che tenderà a muovere la crosshair verso l'alto, mentre dall'altra è molto probabile che vi porterà al di fuori del reticolo di un avversario poco abituato alla gestione del rinculo.

8. Se non avete anni di esperienza su Counter Strike, vi consigliamo di gettarvi a capofitto nel poligono di tiro. Certo, non è un Aim Trainer avanzato come quelli che al giorno d'oggi si possono trovare su PC, ma dedicare mezz'oretta al giorno al superamento del proprio record personale basta di per sé a portare grossi miglioramenti in fase di shooting.

9. Scegliete un'arma adatta al vostro ruolo. Se prevedete di andare "long", ovvero accostarvi a un corridoio lungo ai fianchi della mappa, portare una SMG non sarà certo la scelta migliore, dato che è probabile che vi troviate di fronte a un cecchino. Ovviamente Valorant ha numerose sfaccettature, pertanto se state utilizzando Jett potete anche tentare l'approccio con l'SMG e lo sfruttamento delle sue particolari abilità per counterare un cecchino. Allo stesso modo, se pianificate di giocare attorno alla Spike, armatevi tenendo conto di quello che sarà il vostro ruolo.

valorant_tips_tricks_3
Non basta allenare la mira al poligono, bisogna anche imparare a menadito tutti gli Agenti.

10. Imparate quali armi possono sparare attraverso i muri, e memorizzate i muri con i quali è possibile. Alcune pareti sembrano impenetrabili ma non lo sono affatto, specialmente se state utilizzando una LMG come la Odin. Se sapete che qualcuno si sta nascondendo dietro un muro, potete tentare di prendere il pick proprio quando meno se l'aspettano.

11. Piantate sempre la Spike! Anche se schiacciate completamente il team avversario e state per portare a casa una win automatica, piantatela ugualmente il più rapidamente possibile, perché alla vostra squadra sarà garantito un bonus monetario all'inizio del round successivo, e i soldi fanno tutta la differenza del mondo.

12. Mantenete sempre la crosshair all'altezza della testa degli avversari, anche se vi state sporgendo da un muro per guardare attraverso una finestra distante. Prendere questa abitudine porterà una differenza sostanziale nell'efficacia della vostra mira.

13. Lezioni di economia: se avete perso malamente un round, è possibile che non abbiate abbastanza soldi per il prossimo, quindi anche se il vostro team scegliesse di acquistare delle armi sarebbero comunque delle seconde scelte. Spesso è meglio concedersi un round "econ" spendendo il meno possibile dopo aver perso un round: in questo modo, all'inizio del successivo, potrete contare sulle finanze per pareggiare i conti col nemico.

14. Quando state attaccando, assicuratevi sempre che ci sia un giocatore pronto a controllare le retrovie e le strade destinate al flanking. Mettiamo caso che stiate attaccando A assieme a tutti i compagni: è molto facile che i nemici siti a B o C tentino di fare il giro lungo per sorprendervi; senza gioco di squadra, basta un singolo avversario che riesce a passare per portare alla punizione dell'ace.

15. La Spike richiede 4 secondi per essere piantata, esplode dopo 45, e si può disinnescare in 7 secondi. La Spike fa "beep" in modo molto veloce quando mancano 5 secondi, in modo un po' più lento quando ne mancano 10, quindi dovete tentare di disinnescarla dopo circa 2 secondi dall'istante in cui inizia per la prima volta a 'lampeggiare' più velocemente.

16.Se sapete che non riuscirete a disinnescare o piantare la Spike, potete tranquillamente andarvene nella direzione opposta e conservare soldi ed equipaggiamento per il prossimo round. Mettiamo caso che siete l'ultimo attaccante con 5 difensori in vita. Meglio non regalargli ulteriori kill e soldi, non trovate?

17. Il double peeking, o "repeeking", è una tecnica molto pericolosa da utilizzare su Valorant, perché non c'è nessun vantaggio per il giocatore che si sporge rapidamente dal muro, a differenza di Counter-Strike. Il lag non rema a favore, pertanto se un nemico sa che siete dietro un muro, specialmente se è un cecchino, nel 90% dei casi è semplicemente meglio cambiare percorso. L'unico motivo valido per insistere sul fianco del cecchino è dare il tempo ai compagni di raggiungerlo ed eliminarlo. I giocatori di CS:GO dovranno liberarsi al più presto dell'abitudine al peeking.

18. Gli oggetti possono passare attraverso ai teleporter, tenetelo a mente. Potete scagliare anche le abilità dentro i teleporter, e queste faranno addirittura aprire le porte creando un bel po' di confusione fra le linee nemiche.

19. Siate gentili. Perché sì, Valorant è un gioco competitivo, e proprio per questo motivo dovreste sapere che un team infuriato o triste performerà sempre peggio di una squadra affiatata o semplicemente tranquilla.

Per questa piccola introduzione a Valorant è tutto, ma presto troverete sulle nostre pagine una guida realizzata dai professionisti per i professionisti. Rimanete sintonizzati per scoprire tutti i segreti dello shooter di Riot!

Contenuti correlati o recenti

Esport Club lancia la prima palestra virtuale per i giocatori

L'interessante iniziativa dedicata a tutti, dai casual gamer ai pro player.

David Beckham ora co-proprietario di un team eSport

L'ex stella del Manchester United entra nel mondo del gaming professionistico.

IIDEA guarda agli eSport in Italia con Round One, il primo evento business internazionale

Sar presentato il nuovo rapporto sugli esports in Italia e saranno assegnati i premi ai protagonisti del settore

Articoli correlati...

Esport Club lancia la prima palestra virtuale per i giocatori

L'interessante iniziativa dedicata a tutti, dai casual gamer ai pro player.

David Beckham ora co-proprietario di un team eSport

L'ex stella del Manchester United entra nel mondo del gaming professionistico.

La Lega Basket Serie A entra a far parte del mondo degli eSport

Un presenza volta ad accrescere la propria presenza nei videogiochi competitivi.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza