Silent Hills niente da fare? Il mangaka horror Junji Ito vorrebbe comunque lavorare con Hideo Kojima

Una futura collaborazione all'orizzonte?

Junji Ito, l'acclamato artista e scrittore di manga le cui opere includono Uzumaki, Gyo e Tomie, una volta era legato al progetto Silent Hills che coinvolgeva Hideo Kojima, Guillermo del Toro, Norman Reedus prima che fosse tragicamente cancellato. Ora Ito ha fatto luce sul suo legame con il titolo mai nato.

In un'intervista con Polygon, Ito ha parlato del suo unico incontro con Kojima e del Toro e del nervosismo che ha provato. "Hideo Kojima mi ha contattato per un sequel di Silent Hill su cui stava lavorando, ma il progetto è stato cancellato prima che io fossi troppo coinvolto", ricorda. "Apparentemente la prima persona con cui ha parlato è stato il regista Guillermo del Toro, e mentre loro due discutevano del progetto, il mio nome è venuto fuori".

Ito ha detto che "non ha molta familiarità con i videogiochi", ma che ha avuto un incontro con i due. Il mangaka non ha mai giocato a un gioco di Silent Hill: "sono rimasto seduto lì tutto il tempo in ansia", ricorda.

"Alla fine dell'incontro ho preso alcune illustrazioni di mostri che avevo disegnato e le ho consegnate ai due director", dice Ito, sottolineando che i tre non si sono mai più incontrati. Tuttavia, non esclude una futura collaborazione. "Se Kojima-san mi dovesse contattare di nuovo, mi piacerebbe contribuire a un progetto", ha detto.

copertina12

Hideo Kojima ha indicato in passato che potrebbe tornare all'horror per un gioco futuro, quindi non escludiamo a priori una collaborazione con Junji Ito.

Che ne pensate?

Fonte: Gamespot.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza