Assassin's Creed Valhalla e un post-lancio a tutta next-gen: 'ascolteremo il feedback dei fan'

A costo di improvvisare, spiega il producer.

Assassin's Creed Valhalla è stato un grande successo di lancio per Ubisoft, e i fan hanno generalmente apprezzato questo nuovo capitolo, funestato però da molti problemi tecnici, alcuni dei quali risolti in corsa e altri ancora in via di sistemazione, tra un'implementazione di gameplay e l'altra.

In un'intervista con GameInformer, il producer Julien Laferrière ha spiegato quali sono i piani per il futuro di Assassin's Creed Valhalla, al di là delle già promesse espansioni e DLC. Secondo Laferrière, i fan del titolo stanno amando molto le novità tecniche introdotte su next gen, come i 60FPS e l'utilizzo del ray-tracing: tra le priorità della compagnia ora c'è sicuramente capitalizzare il successo di queste feature e il riscontro avuto presso il pubblico, vedendo in che direzione muoversi a partire da lì, anche improvvisando lungo la strada.

Un esempio di questo potrebbe essere quanto successo con la patch 1.04, che aveva peggiorato la gestione degli FPS, crollata da 60 a 40, e subito riportata alle condizioni ottimali seguendo il feedback utente, chiaramente scontento della cosa.

Chiaramente, di questi tempi, dopo il polverone sollevato da Cyberpunk 2077, l'opinione del consumatore viene posta in prima posizione e l'elemento tecnico perfezionabile assume più importanza delle feature previste o proposte.

Fonte: GameInformer tramite Gamerant

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza