Cyberpunk 2077 e The Witcher 3: i codici sorgente messi all'asta dagli hacker sarebbero giÓ stati venduti

Arrivano i primi dettagli.

Secondo quanto riferito, gli hacker avrebbero venduto i codici sorgente di Cyberpunk 2077, GWENT e The Witcher 3, oltra ad alcune informazioni rubate da CD Projekt Red. La società di sicurezza informatica Kela ha rilasciato screenshot di un post sul forum di hacking presumibilmente pubblicato dal gruppo che effettuato l'attacco, affermando di aver ricevuto un'offerta per i dati dall'esterno del forum, aggiungendo inoltre di aver concluso l'asta su richiesta dell'acquirente. L'account Twitter di Cybersecurity vx-underground ha successivamente confermato che l'asta era stata chiusa.

Martedì, CDPR ha rivelato di essere stata vittima di un attacco ransomware in cui gli hacker avevano raccolto "determinati dati" dall'azienda. Ha pubblicato una richiesta di riscatto dagli hacker, in cui affermavano di avere accesso al codice sorgente dei giochi più popolari dello studio, nonché a documenti legali interni, risorse umane e finanziari. CDPR ha detto che non avrebbe ceduto alle richieste né avrebbe negoziato con gli hacker ed i dati nella giornata di ieri erano stati venduti all'asta.

Non si sa chi ha acquistato i dati o a quanto sono stati venduti. Tuttavia, l'asta includeva il codice sorgente per Thronebreaker: The Witcher Tales, The Witcher 3, una versione ray-tracing di The Witcher 3, Cyberpunk 2077 e copie di documenti interni della società. Questo è secondo gli screenshot pubblicati da vx-underground.

a1

Kela aveva precedentemente riferito che il prezzo di partenza per l'asta era di $ 1 milione, con un prezzo "compra subito" di $ 7 milioni. Questi termini sono stati successivamente verificati anche da vx-underground. Attualmente CD Projekt RED non ha ancora commentato l'accaduto.

Fonte: Eurogamer.net e The Verge

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza