Videogiochi e le odiate microtransazioni? Ora ci sono le 'microtransazioni fisiche' nei parchi dei divertimenti Disney

Paghi e porti a casa.

Le microtransazioni sono diventare una realtà inevitabile nel mondo videoludico moderno, grazie agli elevati guadagni dei titoli mobile e free-to-play, i quali hanno spinto le grandi case di sviluppo ad introdurre questo modello di business anche nei propri titoli AAA a prezzo premium.

Se speravate che tali pratiche restassero confinate solo nei videogiochi, abbiamo una sorpresa per voi: pare che Disney abbia trovato il modo di inserire microtransazioni anche nel mondo reale.

Nel mese di giugno, verrà inaugurata Web Slingers: A Spider-Man Adventure, un'attrazione dell'Avengers Campus presente nel parco Disney California Adventure.

In questa attrazione, i fan possono sparare ragnatele virtuali muovendo le proprie braccia davanti allo schermo. Questa è l'esperienza "base", ma è possibile arricchirla acquistando nel negozio degli speciali "add-on", come la WEB Power Band (35 dollari) e la WEB Tech (30 dollari), in grado di sparare ragnatele multiple ad ogni colpo.

Questi sono oggetti reali, da legare al proprio polso, quindi stiamo effettivamente parlando di microtransazioni fisiche: sono completamente opzionali e forniscono benefici.

A differenza delle microtransazioni digitali, tuttavia, questa volta avrete degli oggetti fisici da portare a casa ed esibire (o rivendere, nel caso lo vogliate).

Da segnalare, per i collezionisti, che la WEB Tech è disponibile in quattro varianti: Spider-Man, Ghost Spider, Iron Man e Rescue, ognuna con le sue "abilità".

3833494_atacmg394794691313a_683x1024
3833495_atacmg394794691313b_683x1024
3833496_atacmg394794691313c_683x1024
3833497_atacmg394794691313d_683x1024

Il tutto non è molto dissimile da quanto ideato da Nintendo nel suo parco divertimenti: i visitatori possono acquistare una Power Band, ognuna con il design di un abitante del Regno dei Funghi e partecipare alle varie attività, ottenendo punti per sbloccare bonus e oggetti.

Secondo voi si tratta di una buona idea? Oppure, esattamente come le microtransazioni nei videogiochi, c'è il rischio che qualcuno perderà il conto delle spese e di ritroverà al verde prima di quanto pensa?

Fonte: GameSpot

Contenuti correlati o recenti

Xbox starebbe preparando un'altra grande acquisizione come quella di Bethesda

Alcune indiscrezioni suggeriscono una grande acquisizione in casa Xbox.

Sir Clive Sinclair ci lascia all'etā di 81 anni. Addio al papā dell'iconico ZX Spectrum

L'inventore dell'home computer ZX Spectrum ci lascia dopo una lunga malattia.

IKEA si dā al Gaming con ASUS ROG e la collezione non č davvero niente male

I prodotti da gaming targati Ikea saranno disponibili a brevissimo.

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza