Activision ed i QA tester di Call of Duty Warzone licenziati: i dipendenti di Raven Software protestano

Una nuova tegola per Activision.

Nella giornata di ieri vi abbiamo riportato la notizia di un gruppo al controllo qualità di Call of Duty Warzone che sarebbe stato licenziato da Activision dopo aver promesso una serie di aumenti.

Ora i dipendenti di Raven Software si sono uniti per protestare contro questa scelta. "In risposta agli eventi di venerdì, il team di controllo qualità di Raven e altri membri dello staff di Raven sciopererà con una richiesta singolare: a ogni membro del team di controllo qualità, compresi quelli licenziati venerdì, devono essere offerte posizioni a tempo pieno", si legge una dichiarazione del personale.

"Il dipartimento di controllo qualità di Raven è essenziale per il funzionamento quotidiano dello studio nel suo insieme. La risoluzione dei contratti dei tester ad alte prestazioni in un momento di lavoro costante e profitto mette a rischio la salute dello studio. Inoltre, queste azioni vanno direttamente contro la cultura positiva che Raven ha creato nel corso degli anni. L'obiettivo finale è garantire la continua crescita di Raven come studio e promuovere una comunità positiva per tutti coloro che ci lavorano".

Il gruppo di dipendenti ABetterABK ha twittato il loro supporto: "Oggi abbiamo assistito scioccati alla perdita del lavoro dei nostri colleghi di Raven in tempo reale. Con tutti i nostri sforzi per migliorare la vita dei nostri appaltatori, questa è una grande ferita per tutti noi - e un'incredibile rottura della fiducia che l'azienda ci ha chiesto. Sappiate che siamo al vostro fianco. Questo non ha solo distrutto il morale della nostra forza lavoro, ma ha cancellato la fiducia nell'azienda che ci chiedeva regolarmente pazienza per migliorare la nostra vita lavorativa".

Fonte: Polygon

Contenuti correlati o recenti

Call of Duty: Warzone ha ancora molti cheater che ora deridono il sistema anti-cheat Ricochet

Ricochet ha diminuito il numero di cheater, ma ci sono ancora giocatori scorretti.

Halo Infinite dice addio al Lead Narrative Designer che lascia 343 Industries

Una nuova opportunità per il Lead Narrative Designer di Halo Infinite.

Da Halo Infinite a Riot Games: Aaron Linde si unisce alla società di League of Legends e Valorant

L'ex lead narrative designer di Halo Infinite farà parte del settore ricerca e sviluppo di Riot Games.

Articoli correlati...

Battlefield 2042 lancio da incubo, è nella Top 10 dei giochi peggio recensiti su Steam

Le aspettative erano alte, il punteggio di Battlefield 2042 su Steam... non molto.

Provato | Halo Infinite - Un assaggio del ritorno di Master Chief

Vi diciamo le nostre prime sensazioni sulla campagna.

'Call of Duty: Warzone è un gioco per bambini di 11 anni'

COD: Warzone non piace più a Dr. Disrespect.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza